Primo pianoRoyal Life

I primi 100 giorni di regno di Carlo III: solo disastri?

Il nuovo Sovrano festeggia il primo traguardo sul trono

Esattamente 100 giorni fa, dopo 70 anni di devoto servizio, la regina Elisabetta II lasciava il trono a suo figlio, oggi re Carlo III. Mentre il mondo piangeva la scomparsa della Sovrana, il principe di Galles si trasformava in re e affrontava quel destino per cui si è preparato per tutta la sua vita. Come in tutte le cariche ufficiali, i primi cento giorni sono un’occasione per riflettere ed analizzare l’andamento delle nuove cose.

Se diventare re dopo un regno così longevo e prospero come quello della regina Elisabetta non è di certo facile, per Carlo III le cose si sono complicate ulteriormente. Dobbiamo dire, infatti, che il re non ha avuto giorni e situazioni semplici nei primi tre mesi in carica. Non solo si è fatto carico di un’enorme mole di lavoro, ma ha anche dovuto affrontare una serie di problemi inaspettati.

Re Carlo
Ansa

I primi disguidi sono apparsi sotto gli occhi di tutti fin da subito. Meno di 48 ore dopo essere diventato re Carlo, ha partecipato a una riunione del Consiglio di adesione per essere proclamato ufficialmente sovrano. Lo storico incontro è andato in onda in tv, ma a distogliere l’attenzione sul momento è stata la sua smorfia quando una vaschetta portapenne gli ha impedito di firmare un documento. Qualche giorno dopo una scena di frustrazione simile si è ripetuta in Irlanda del Nord. Le clip sono diventate virali e hanno messo in risalto il suo carattere irascibile.

Uova, liti famigliari e disordini politici: i 100 giorni di re Carlo

Anche da altri punti di vista il regno di re Carlo ha dovuto affrontare momenti delicati. In maniera del tutto inaspettata, infatti, il nuovo sovrano ha dovuto affrontare la crisi politica, con le dimissioni del Primo Ministro Liz Truss e la nomina di Sunak. A questo si sono aggiunti alcuni incidenti con le uova. Nei suoi primi giorni da re, infatti Carlo III aveva in mente di incontrare quanta più gente possibile. Ma in ben due occasioni tra la folla si sono levate uova, che hanno quasi colpito il Sovrano. La prima volta ciò è avvenuto nella città di York, mentre la seconda volta lo stesso episodio si è verificato a Luton. Non dimentichiamo neppure che nei primi cento giorni, il nuovo re ha dovuto far fronte a pesantissime accuse di razzismo nei confronti della Famiglia Reale inglese.

Re Carlo III e Sunak
Ansa – re Carlo incontra Sunak

Le rivelazioni bomba contenute nel documentario Netflix di Harry e Meghan, inoltre, possono dirsi la ciliegina sulla torta in una campagna che sembra essere nata per distruggere Carlo III. In alcune affermazioni, infatti, il duca di Sussex ha fatto intendere che suo padre non abbia detto tutta la verità. L’immagine del Sovrano non esce particolarmente edificata neppure dalle puntate dell’ultimissima stagione di The Crown, andata in onda qualche settimana dopo la sua ascesa al trono. Nonostante tutti gli avvenimenti negativi che hanno costellato i primi cento giorni del suo regno, re Carlo al momento sembra godere del favore dei britannici. Negli ultimi impegni in pubblico, infatti, la folla lo ha acclamato con entusiasmo e sembra che tutti gli eventi, seppure poco facili da gestire, abbiano catturato la simpatia delle persone nei suoi confronti.

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button