Cinema

Checco Zalone, grande attesa: le indiscrezioni sulla nuova commedia

Checco Zalone, che fine ha fatto? In tantissimi, in questi quasi quattro anni di attesa, si sono chiesti che fine abbia fatto il regista e attore pugliese. Lui ci ha sempre abituati a grandissime risate e a nuove pellicole, con una media effettiva di un’uscita ogni due anni. Dal 2016, dopo essere uscito con il film Quo vado?, non si hanno più sue notizie, cinematografiche almeno. Per il nuovo film dovremo attendere ancora qualche mese, ma l’attesa è sempre più un crescendo. Checco Zalone cambia le carte in tavola e, dopo quattro esperienze al cinema, con la guida di Gennaro Nunziante, questa volta sarà proprio lui il regista.

La prima immagine dell’attore è quella di lui, con cappello in rafia, maglia verde, sguardo perso nel vuoto, in quello che sembra essere un villaggio africano. Anche a giudicare dagli abitanti di colore alle sue spalle. E, in effetti, il film, distribuito sempre da Medusa, ha inserito l’immagine nel suo listino. Quattro anni esatti, a quanto pare, dopo l’ultimo successo al cinema, poiché la nuova pellicola, Tolo Tolo, uscirà in sala il 1° gennaio 2020. La data è stata cambiata (inizialmente doveva uscire il 25 dicembre 2019), per dare più spazio al nuovo film di Ficarra e Picone (in uscita il 12 dicembre).

Hanno girato il film in Kenia e, a giudicare dalle premesse e dalla fierezza dell’amministratore delegato di Medusa, Giampaolo Letta, sarà un altro successo. Checco Zalone è una pietra miliare del cinema italiano, in un momento storico molto difficile per i botteghini. Lui è l’unico che riesce ancora a fare le file fuori dai cinema, che riesce a farci ridere dei nostri difetti, più di ogni altra persona in Italia. E Checco Zalone è pronto a battere il suo record personale: 70 milioni di euro di incassi, con Quo Vado?.

Checco Zalone ci riserva sempre sorprese ma, prima che il film esca, tra poco più di cinque mesi, abbiamo qualche indiscrezione sulla nuova pellicola. Sappiamo che, inizialmente, il titolo fosse L’amico di scorta, poi cambiato in Tolo Tolo. Questa espressione, nel film, è quella usata da un bambino africano quando, per la prima volta, incontra il personaggio di Checco Zalone. Inoltre, per questo nuovo film, hanno lavorato oltre 120 persone della troupe, con migliaia di comparse che ne hanno preso parte. Sappiamo che, queste ultime, sono state scelte tra i centri di accoglienza. Per Tolo Tolo, Checco Zalone ha scritto almeno due canzoni e, tra queste, una si intitola Se t’immigra dentro il cuore (credits: Rolling Stone).

Di cosa parlerà Tolo Tolo? Checco Zalone ci ha sempre abituati a temi importanti, seppur trattati con la sua inconfondibile leggerezza. Ed è proprio a cuor leggero che Checco ci ha parlato di disoccupazione, di crisi familiare, di immigrazione, di omosessualità e di sogni infranti. Seppur non sia ancora uscita la sinossi ufficiale del film, sappiamo che la pellicola sarà un viaggio, tra Africa e Italia. Su Vanity Fair leggiamo

Pare che il film verta attorno alla strana amicizia tra un boss della malavita pentito e l’agente della Digos chiamato a proteggerlo. E’ quando questi viene licenziato, a causa dei tagli alla spesa pubblica, che il boss capisce di non poter rinunciare al proprio “amico di scorta” (da qui il primo titolo, ndr). Per questo si impegnerà nel tenerlo al proprio fianco.

Anche se, nella presentazione dei listini di Medusa, pare che la storia sia leggermente diversa. Un mafioso minaccia un comico napoletano. Per lo stesso motivo suddetto, quando licenziano la scorta del comico, lui gli resta amico e, i due, partono all’avventura in Africa.

Back to top button