Primo pianoRoyal Life

La principessa Vittoria di Svezia criticata per la scelta del cane

La reale ha adottato nel 2020 un nuovo cagnolino ma le polemiche sono emerse solo ora

La principessa ereditaria Vittoria di Svezia è tornata a far parlare di sé in queste ore per le critiche che le sono state mosse per la sua scelta del suo cane. Si tratta in realtà di una notizia che risale a qualche tempo fa, ma che in queste ore ha ripreso a circolare per la risposta fornita dalla reale.

Quando la principessa ereditaria Vittoria di Svezia e il principe Daniel hanno acquistato un cagnolino per la famiglia nel 2020, hanno ricevuto molti complimenti. I social si erano schierati dalla loro parte e in molti avevano elogiato la coppia. Le critiche più positive riguardavano il fatto che secondo molti utenti un animale domestico può contribuire a regalare felicità ad una famiglia.

Principessa Vittoria di Svezia
Ansa

Anche quando la coppia ha deciso di pubblicare le prime foto dell’adorabile cucciolo i post si sono riempiti di commenti positivi. Vittoria e Daniel di Svezia hanno deciso di chiamare il cagnolino Rio. Si tratta di un incrocio tra un Cavalier King Charles Spaniel e un barboncino. Il barboncino rappresenta un razza di cane molto popolare in Svezia. Negli ultimi anni gli allevamento di cani l’hanno sfruttata per creare razze miste di diverso tipo. Secondo l’Express.co.uk, gli incroci più comuni sono quelli tra barboncini e Labrador o Cocker Spaniel. Ma negli ultimi tempi anche il mix con il Cavalier King Charles Spaniel è diventato popolare. Nel caso della principessa Vittoria di Svezia, però, ha suscitato anche delle critiche.

Le critiche alla principessa Vittoria di Svezia per la scelta del cane

La notizia dell’adozione del nuovo cane da parte della principessa Vittoria di Svezia ha acceso anche delle critiche. Ciò è avvenuto soprattutto da parte del Kennel Club svedese, che qualche tempo dopo ha deciso di condividere pubblicamente la propria reazione. In una lettera aperta, il presidente del noto club ha esortato la principessa ereditaria a riflettere di più sulla tematiche dell’allevamento di cani che ha sostenuto con l’acquisto di un cane di razza mista. In un’intervista al quotidiano svedese Svenska Dagbladet, però, la principessa ha deciso di rispondere per la prima volta alle critiche esponendosi mediaticamente. L’autrice dell’articolo, la giornalista Ylva Lagercrantz Spindler, ha affermato: “La principessa ereditaria non sembra aver assunto posizioni di condanna. Al contrario, ha mostrato un curioso interesse sulla faccenda“.

Vittoria di Svezia
Ansa

La principessa ereditaria Vittoria di Svezia e suo marito, il principe Daniel, hanno innescato polemiche a causa della scelta del cane da compagnia. Il cucciolo, infatti, provenendo da un incrocio, secondo gli accusatori appoggia silenziosamente il sistema degli allevamenti di animali. Come è risaputo, infatti, ogni mossa della Famiglia Reale è analizzata nel minimo dettaglio e anche la semplice adozione di un cane può sollevare diverse polemiche. La principessa ereditaria, però, non ha nessun rimpianto e non ha intenzione di scusarsi per l’acquisto del cucciolo. Nella sua intervista, infatti, la reale ha anche puntato l’accento sul fatto che gli allevamenti di queste razze fanno parte della cultura della Svezia. I social, come sempre, si sono divisi condividendo opinioni differenti, ma al momento sembra che la questione non susciti più reazioni.

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button