Primo pianoSerie TvTVVideo e Social

Uno di noi sta mentendo avrà una seconda stagione?

La serie TV è approdata anche su Netflix confermandosi una delle più chiacchierate del momento, ma avrà una seconda stagione? La risposta arriva da Peacock

Inutile negarlo: i teen drama su Netflix spopolano. Ne è stato un esempio Tredici qualche anno fa e continua ad esserlo Uno di noi sta mentendo. La nuova serie TV, approdata in streaming in Italia a febbraio 2022, è la conferma che il pubblico non può fare a meno degli adolescenti complicati. In lingua originale è conosciuta con il titolo One Of Us Is Lying e, in un era in cui Euphoria sembra aver riscritto il teen drama in televisione, la storia tratta dall’omonimo romanzo di Karen McManus si ritaglia uno spazio tutto suo.

Uno di noi sta mentendo avrà una seconda stagione

Non è trascorsa neppure una settimana dal suo debutto in Italia che Uno di noi sta mentendo si è collocato in pianta stabile nella Top 10 delle serie TV più viste su Netflix. Non stupisce quindi il rinnovo tempestivo del teen drama, soprattutto sapendo che la scrittrice ha pubblicato anche un romanzo sequel. In Italia, si intitola Uno di noi è il prossimo ed è arrivato tra gli scaffali digitali e fisici poco prima del rilascio della serie TV su Netflix.

Uno di noi sta mentendo

A confermare il rinnovo di Uno di noi sta mentendo è stato Peacock, che si occupa di distribuire la serie TV a livello internazionale. Come riporta TVLine, la serie drammatica non solo avrà un nuovo ciclo di episodi, ma anche un nuovo showrunner. Al posto di Erica Saleh, arriva Darìo Madrona. In Italia, la prima stagione ha debuttato – in grande stile – in streaming sulla piattaforma di Netflix. Negli Stati Uniti, invece, è approdata su Peacock in esclusiva a ottobre 2021. Il successo ottenuto a carattere internazionale ha convinto la produzione a rinnovare la serie TV per un secondo capitolo, ma non sappiamo quale sia la data d’uscita.

Nel frattempo è possibile recuperare la prima stagione, che molti telespettatori hanno associato per stile a Gossip Girl, Pretty Little Liars e Tredici (13 Reasons Why). La storia, del resto, è ambientata in un liceo americano e quattro adolescenti sono i primi sospettati per un caso d’omicidio. Come si è arrivati a questo punto? Simon è la vittima e ha fondato un’app che svela i segreti più torbidi dei suoi compagni di classe. Un giorno Simon e gli altri quattro compagni di classe finiscono in punizione e il fondatore dell’app all’improvviso si accascia a terra e muore. Cos’è successo? Per la polizia non si tratta di un semplice incidente, ma di un omicidio e i quattro adolescenti presenti in quell’aula – Addy, Cooper, Bronwyn e Nate – sono i primi sospettati. Ma chi ha ucciso Simon?

LEGGI ANCHE: Cosa aspettarsi dalla seconda stagione di “LOL – Chi ride è fuori”

Cristina Migliaccio

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.

Back to top button