NewsPrimo piano

Roma, Mattarella a sorpresa nella scuola dei bambini cinesi [VIDEO]

Il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha visitato stamani 6 febbraio a sorpresa l’Istituto comprensivo statale “Daniele Manin”. Si tratta di una scuola di Roma del centrale quartiere Esquilino, uno dei più multietnici della capitale.

Il Capo dello Stato – come documenta un video del Quirinale che qui vi riproponiamo – ha salutato i bambini di una classe delle elementari che stavano facendo lezione su amicizia e pace. La visita del presidente della Repubblica giunge nei giorni in cui si diffonde la paura del coronavirus di origine cinese. E dopo che i governatori della regioni del Nord hanno chiesto al governo una sorta di moratoria sanitaria per gli alunni di origine cinese.

Amicizia e pace sono fondamentali e voi lo sapete. Auguri ragazzi”, ha detto Mattarella. In un’altra aula si parlava della storia di Gulliver, “per imparare a stare insieme tutti”, ha spiegato un’insegnante.

Le immagini mostrano infine degli alunni più grandi intonare in un corridoio della scuola l’inno nazionale davanti al presidente, sventolando al termine fazzoletti tricolori. I ragazzi hanno regalato al Capo dello Stato un cartellone da loro realizzato con scritto “La scuola è di tutti” e con disegnate le impronte di mani di vari colori. Ma anche un altro con scritto “La Costituzione italiana“.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button