MondoNewsPrimo piano

Usa e Italia, coordinamento per le operazioni di evacuazione dall’Afghanistan

Telefonata fra il Ministro Di Maio e il Segretario di Stato Usa, Antony Blinken. La prossima settimana il premier Draghi, e lo stesso ministro, incontreranno il capo della diplomazia russa, Sergey Lavrov

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio ha avuto una conversazione sul tema dell’Afghanistan col Segretario di Stato americano, Antony Blinken. Di Maio riferirà in Parlamento martedì prossimo 24 agosto sulla tragedia umanitaria e la situazione nel paese riconquistato dai talebani. “Buon colloquio con Luigi Di Maio sul nostro stretto coordinamento sugli sforzi di evacuazione in corso in Afghanistan” ha scritto su Twitter Antony Blinken.

Usa, leadership mondiale indebolita

Gli Stati Uniti si trovano in una posizione politica e diplomatica difficile. Nei giorni scorsi il Presidente Biden, in un discorso alla nazione, ha tentato di difendere il concordato ritiro dall’Afghanistan (nel 2020 gli accordi di pace di Doha coi talebani) scaricando la responsabilità sulle Amministrazioni precedenti. E sul fatto che l’alternativa era “riprendere a combattere“. Ma queste affermazioni sono apparse deboli, se non ciniche, a molti. Critico lo stesso Alto rappresentante della politica estera Ue, Josep Borrell.

Draghi e Di Maio incontreranno Lavrov

Forse anche per questo cresce l’interesse della diplomazia italiana verso la visita in Italia, il 26 e 27 agosto, del ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov. La Russia, con la Cina e la Turchia, è l’unico paese con “relazioni costruttive” con i talebani del nuovo Emirato islamico dell’Afghanistan. “Sono previsti negoziati con il ministro degli Esteri italiano, Luigi di Maio e colloqui con il premier Mario Draghiha precisato la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova. “È previsto un approfondito scambio di opinioni sull’agenda internazionale e regionale. Compresa l’interazione nel G20 e altri formati internazionali, le relazioni con l’Ue e la Nato, la situazione in Ucraina, Afghanistan, Libia, Siria e la situazione nel Mediterraneo“.

Il console Claudi a Kabul

Nel frattempo Di Maio è in contatto costante con il console italiano a Kabul, Tommaso Claudi. Il diplomatico è rimasto nella capitale assieme a Stefano Pontecorvo. Quest’ultimo, già ambasciatore d’Italia in Pakistan, è dal giugno 2020 Senior Civilian Representative della Nato in Afghanistan. Claudi gestisce i collegamenti operativi con la Farnesina per le operazioni di rientro a Roma di italiani e civili afgani. “È prioritario proteggere i civili ha dichiarato il console – in particolare gli afghani che hanno collaborato con noi. La nostra presenza all’aeroporto di Kabul sarà mirata innanzitutto a proseguire le operazioni di evacuazione di queste persone“.

LEGGI ANCHE: Gli occhi del mondo sull’Afghanistan, Usa, Europa e Cina: le posizioni in campo

 

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button