Primo pianoSerie TvTV

Sex Education 4, tre personaggi non torneranno: come cambia la trama

Dopo Simone Ashley, ormai coinvolta in "Bridgerton", anche altre due attrici hanno detto addio a "Sex Education" e non appariranno nella quarta stagione

Quando Sex Education tornerà sui piccoli schermi di Netflix, presenterà tre personaggi in meno. Il primo, quello interpretato da Simone Ashley, era già stato annunciato tempo fa. Ma, di recente, altre due attrici hanno spiegato che non torneranno nello show.

Quando Sex Education tornerà con la stagione 4, i telespettatori dovranno abituarsi all’assenza di tre personaggi. Due, in particolare, hanno avuto largo spazio nella trama della terza stagione motivo per cui la loro uscita di scena potrebbe causare non pochi disagi alla prossima trama. Quel che è certo è che Netflix ha già scommesso su Sex Education, serie TV che racconta di teenager alle prese con amori e dissapori.

Sex Education
Sex Education

In vista della quarta stagione, la cui data di uscita non è stata ancora resa nota dal colosso dello streaming, la trama perderà tre personaggi. Il primo è già stato annunciato da tempo, complice il successo in casa Bridgerton. Simone Ashley, prima di interpretare Kate Sharma, ha dato voce al personaggio di Olivia. Il suo, tuttavia, è sempre stato un ruolo marginale che gli autori non hanno mai sfruttato appieno; per questo la sua uscita di scena non ha destato tanto scalpore. Non come è accaduto per le altre due attrici del cast, che hanno preferito archiviare l’esperienza in Sex Education.

Sex Education, chi non tornerà nella quarta stagione

Per Simone Ashley è impossibile tornare indietro e forse anche sul set di Sex Education, non ora che il suo nome ha finalmente una rilevanza. Shonda Rhimes l’ha scelta come interesse sentimentale di Sir Anthony Bridgerton, regalandole il suo momento di gloria. Quando è trapelata la notizia del suo abbandono, non ha destato particolare scalpore. L’attrice è stata ben chiara, spiegando che no, non ci sarà nella stagione 4, che si vocifera sarà anche l’ultima. Eppure l’assenza di Simone Ashley non dovrebbe creare grosso scompiglio ai fini della trama. Olivia, il suo personaggio, ha semplicemente accompagnato come una cornice la storia di Ruby.

Sex Education
Sex Education

A capovolgere le dinamiche è l’uscita di scena di due personaggi che, nel corso della terza stagione, hanno lottato contro i propri demoni interiori caratterizzando un episodio dopo l’altro. La prima ad annunciare la sua uscita di scena è stata Patricia Allison, che interpreta Ola, la sorellastra di Otis. Un personaggio che ha avuto alti e bassi, ma che verso la fine ha dimostrato di poter essere empatica e comprensiva. L’attrice ha spiegato di avere altre opportunità tra le mani e, dopo tre anni, è pronta a lasciare Sex Education. “Ho assolutamente amato essere in Sex Education , così tanto... ma sfortunatamente non mi unirò al team per la quarta stagione. Penso di dover dire addio a un certo punto, il che è un po’ triste, ma ho altre cose in ballo“.

Sex Education
Sex Education

Un’altra attrice che non tornerà in Sex Education è Tanya Reynolds, che nella terza stagione ha esplorato a tutto tondo il suo personaggio, Lily, e tutte le sue paure più grandi. Come riporta The Hollywood Reporter, gli autori hanno preso la decisione mesi fa “e arriva come parte di un reset creativo per la serie dopo la chiusura della Moordale High School alla fine della terza stagione”. Come cambia, quindi, la trama? L’assenza di Olivia potrebbe passare inosservata, ma non quella di Ola, non ora che è in arrivo un altro bebè in famiglia. E Lily mancherà tantissimo.

Cristina Migliaccio

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.

Back to top button