Primo pianoRoyal Life

Principe William, per le accuse di razzismo si dimette anche la madrina

Una bufera mediatica che rischia di oscurare il viaggio del principe di Galles in America

Non sembra esserci pace per il principe William, che al momento si trova a Boston impegnato con il suo Earthshot Prize. L’erede al trono, che avrebbe voluto su di sé l’attenzione mediatica per promuovere il progetto ambientale a cui lavora da anni, si ritrova al centro di una bufera di tipo razziale che rischia di coinvolgere anche lui. Nelle ultime ore, infatti, sulla Famiglia Reale è caduta la pesantissima accusa di razzismo.

Colpevole delle parole di stampo razziale sarebbe Lady Susan Hussey, che ha servito la Corona per moltissimi anni come dama di compagnia della regina Elisabetta. Di recente ha assunto un nuovo incarico come “dama di casa“, confermandosi come una figura chiave dello staff della Famiglia Reale. Lady Hussey, però, non è solo una figura vicina alla ex Sovrana, ma è anche la madrina del principe William. Nelle ultime ore una donna di colore l’ha accusata di aver espresso “commenti inaccettabili e profondamente deplorevoli“.

Principe William
Ansa

Durante un ricevimento ufficiale, infatti, Lady Susan avrebbe chiesto alla donna da dove “venisse veramente“. Ngozi Fulani, che gestisce un’organizzazione per la violenza domestica sulle donne di colore, era presente al ricevimento che la regina Camilla ha ospitato a Buckingham Palace per affrontare il tema della violenza sulle donne. Ha reputato razzista che le venisse chiesto: “Da quale parte dell’Africa vieni?” solo in virtù del proprio colore della pelle nonostante avesse dichiarato di essere “inglese”. Al termine del ricevimento ha denunciato pubblicamente la cosa scatenando una vera e propria bufera mediatica.

Il principe William costretto a commentare le accuse di razzismo

Sulla scia dell’insegnamento della regina Elisabetta i membri della Famiglia Reale non danno mai spiegazioni, e non si scusano. Ma in questo caso il principe William si è sentito in dovere di esporsi su questi fatti. Un suo portavoce ha dichiarato: “Sono rimasto davvero deluso nell’apprendere dell’esperienza degli ospiti a Buckingham Palace la scorsa notte. Ovviamente non c’ero, ma il razzismo non ha posto nella nostra società. I commenti erano inaccettabili, ed è giusto che venga messo a parte con effetto immediato“. Poco dopo, inoltre, il principe di Galles ha cercato di rimediare pubblicamente organizzando un discorso sulla discriminazione e l’importanza dell’accoglienza alla cerimonia di inaugurazione dell’Earthshot Prize.

Principe William madrina
Ansa – Foto di gruppo per la cresima del principe William. Da s. a d. : il principe Harry, lady Diana, il principe William, il principe Carlo e la regina Elisabetta. In seconda fila (da s a d) re Costantine, Lady Susan Hussey, la pincipessa Alexandra, la duchessa di Westminster and Lord Romsey. kgg/DAILY TELEGRAPH/ANSA

Anche Buckingham Palace ha confermato di aver avviato un’indagine sui “commenti inaccettabili e profondamente deplorevoli” che sarebbero stati pronunciati da Lady Susan Hussey. Un portavoce ufficiale ha detto che si era dimessa dal proprio ruolo. Nel comunicato, inoltre, si legge: “Prendiamo questo incidente estremamente sul serio e abbiamo indagato immediatamente per stabilire tutti i dettagli. In questo caso sono stati fatti commenti inaccettabili e profondamente deplorevoli”. L’ufficio di re Carlo ha anche aggiunto di aver chiesto un confronto alla donna, sperando di poter rimediare all’accaduto. Ha dichiarato: “Abbiamo contattato Ngozi Fulani su questo argomento e la stiamo invitando a discutere di persona tutti gli elementi della sua esperienza, se lo desidera. Nel frattempo, la persona interessata desidera esprimere le sue profonde scuse per il dolore causato e si è allontanata dal suo ruolo onorifico con effetto immediato“.

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button