Primo pianoRoyal Life

Sono fuori: è ufficiale. Il Governo appoggia la decisione di re Carlo

Non sembra esserci più possibilità di tornare indietro

Il Regno Unito di re Carlo sembra essere pronto per diventare una monarchia capace anche decisioni difficili. La corona basata sulla fedeltà alla Famiglia Reale sembra essere un lontano ricordo e per il nuovo Sovrano contano solo l’impegno e il lavoro. Anche la Camera dei Lord ha approvato le sue richieste e non resta che attendere anche l’ultimo sì del Parlamento.

Sembra essere solo questione di tempo, ma per i media inglesi la notizia è oramai certa. Re Carlo è riuscito a estromettere de facto il principe Harry ed il principe Andrea dal loro importante ruolo “ereditario” per la Corona. La Camera dei Lord, infatti, ha accolto la richiesta del Sovrano che ha voluto estendere la carica di consigliere di stato anche al principe Edoardo e alla principessa Anna.

Ansa

Stando agli aggiornamenti, dunque, il duca di Sussex e il duca di York non sostituiranno il re mai, neppure se dovesse essere troppo malato per svolgere i suoi doveri. Nella giornata di ieri i membri della Camera dei Lord hanno affermato che questa misura fungerà da “soluzione pratica e di salvaguardia per garantire che la macchina del governo possa continuare“.

Il Governo approva la scelta di re Carlo: cosa aspettarsi per Harry ed Andrea

Buckingham Palace ha comunicato giorni fa al Governo le nuove volontà di re Carlo. Quando il Sovrano si troverà all’Estero, oppure qualora dovesse essere troppo malato per svolgere le proprie funzioni, i membri non lavoratori della famiglia reale non potranno essere chiamati a sostituirlo. Solo i reali che si impegnano attivamente potranno svolgere il compito di Consiglieri di Stato.

Ansa

Discutendo un nuovo disegno di legge, il Lord custode del sigillo privato ha detto dichiarato alla Camera Alta del Parlamento: “Le funzioni che i Consiglieri di Stato svolgono possono includere, ad esempio, indicare l’assenso alla legislazione, approvare formalmente le nomine e fornire l’autorità per l’apposizione del Gran Sigillo ai documenti, come i proclami reali. Il ruolo può anche includere la convocazione di riunioni del Privy Council ove necessario. Il disegno di legge rappresenta una soluzione pratica e una salvaguardia per garantire che la macchina del governo possa continuare”. Per garantire che tutto funzioni alla perfezione, dunque, la principessa Anna ed il principe Edoardo potranno svolgere questo ruolo.

Ansa

La Camera dei Lord ha approvato il disegno di legge di re Carlo che “fornirà una maggiore resilienza nei nostri assetti costituzionali ampliando il pool di consiglieri di Stato“. Manca solo l’ok definitivo del Parlamento, ma è solo questione di giorni. I tabloid considerano già definitivamente fuori dai giochi il principe Harry ed il principe Andrea.

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button