Primo pianoRoyal Life

Il maggiordomo di Diana contro The Crown: “Lei avrebbe urlato”

Paul Burrell si è schierato in favore della principessa e della regina Elisabetta

Il famoso ex maggiordomo di Lady Diana, Paul Burrell, ha aggiunto la sua a quella di quanti finora hanno attaccato The Crown. L’uomo, che è stato a servizio della principessa e della regina Elisabetta per moltissimi anni, ha accusato Netflix di aver cercato di oscurare i fatti storici con scelte narrative “sgradevoli” e “di propaganda“.

Avendo lavorato a stresso contatto con la principessa Diana, Burrell si trova nella posizione di poter giudicare alcune scene della nota serie tv. L’uomo si è risentito particolarmente del fatto che Netflix abbia deciso di omettere tutte le grandi opere ed iniziative dell’allora principessa del Galles, in particolare la sua famosa visita a un campo minato in Angola e il suo sostegno ai senzatetto britannici.

Netflix Press Office

Ha accusato la serie tv di concentrarsi totalmente sulla figura del principe Carlo, sulla sua non veritiera strategia per spodestare la regina Elisabetta e su altri fatti romanzati. Parlando al Sun, infatti, ha ammesso: “È tutto molto irritante. Sto pensando a cosa direbbe Diana guardasse The Crown“.

Lady Diana non avrebbe apprezzato The Crown secondo Burrell

Paul Burrell ha deciso di parlare al Sun perché ritiene ingiusto ritrarre in questo modo Lady Diana e la regina Elisabetta, due donne che non possono difendersi in alcun modo. D’altronde l’ex maggiordomo è stato al servizio della principessa del Galles proprio nel periodo rappresentato dalla serie tv Netflix, lavorando per lei dal 1991 all’anno dell’incidente.

Netflix Press Office

Parlando al tabloid ha affermato che Lady Diana non era assolutamente la “donna sciocca e vacua” descritta dalla serie tv. Ha voluto anche chiarire alcune delle scene più controverse. In alcuni episodi, infatti, si vede la principessa alle prese con la paura di essere spiata e di essere in pericolo. Questa paura appare come concreta, ma si riferisce a episodi isolati. L’uomo ha dichiarato: “Penso che Bashir l’abbia alimentata con la storia che era in pericolo. È diventata un po’ più paranoica. Mi ha detto: ‘Guarda sotto l’auto Paul, vedi se c’è qualcosa che non va, vedi se c’è un localizzatore”. Ma non ho mai trovato niente, lei non ha mai visto niente“.

Netflix Press Office

L’ex maggiordomo si è anche schierato contro l’impressione che Diana fosse felice del divorzio da Carlo. Ha dichiarato che la principessa gli avrebbe detto alla fine di tutto: “Bene, allora è tutto, non è vero? Non ho scelta. Non ho scelta nel mio matrimonio“. Avrebbe preferito avere una famiglia unita in cui lasciar crescere William ed Harry. Ecco perché Burrell pensa che la principessa “avrebbe urlatovedendo queste scene e il modo in cui la Regina appare “fredda e dal cuore di ghiaccio”.

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button