NewsPoliticaPrimo piano

Meloni, incontro con al Sisi: “Forte attenzione sui casi Regeni e Zaki”

La premier al Cairo per la Cop27, ricevuta dal al-Sisi e dal segretario dell'ONU, Antonio Guterres

La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, è a Sharm el-Sheikh per la cerimonia inaugurale degli incontri di alto livello della Cop27. La conferenza sul clima delle Nazioni Unite si svolge in Egitto e Meloni ha parlato con al Sisi del caso di Giulio Regeni e di quello di Patrick Zaki.

Ad accogliere la premier il presidente egiziano, Abdel Fattah al Sisi, e il segretario generale dell’ONU, Antonio Guterres. Nel quadro degli incontri bilaterali a margine del vertice sull’implementazione del cambiamento climatico, Meloni ha incontrato anche il padrone di casa al Sisi. Durante l’incontro si è parlato di approvvigionamento energetico, fonti rinnovabili, crisi climatica e immigrazione. Tuttavia l’incontro – si legge in una nota di Palazzo Chigi – ha dato occasione alla premier Meloni di sollevare il tema del rispetto dei diritti umani. E di sottolineare la forte attenzione dell’Italia sui casi di Giulio Regeni e di Patrick Zaki.

Giorgia Meloni stringe la mano ad al-Sisi. A destra, Guterres. Foto Ansa/Chigi

Giulio Regeni, 28 anni, ricercatore friulano dell’Università di Cambridge, in Inghilterra, è stato sequestrato, torturato e assassinato al Cairo nel 2016. In Italia è sospeso il processo che vede imputati in contumacia 4 agenti dei servizi di sicurezza egiziani, ritenuti responsabili del rapimento, delle sevizie e dell’omicidio del giovane. Patrick Zaki è invece un’attivista egiziano per i diritti umani e civili, studente all’Università di Bologna, attualmente libero dopo la scarcerazione avvenuta in Egitto l’8 dicembre dello scorso anno, al termine di 22 mesi di custodia cautelare. Ma non può tornare in Italia. A suo carico l’accusa di “diffusione di notizie false ai danni dell’Egitto“. Il tutto per aver scritto dei post su Facebook e un articolo in cui prendeva le difese della minoranza oppressa dei cristiani copti, a cui egli stesso appartiene.

Meloni con Sunak alla Cop27 in Egitto. Foto Ansa

Meloni incontra Sunak

Per quanto riguarda Giorgia Meloni, nell’incontro con al Sisi si è parlato della “questione dello studente italiano Regeni e della cooperazione per raggiungere la verità e ottenere giustizia“. Lo ha precisato all’Ansa il portavoce ufficiale della presidenza egiziana, l’ambasciatore Bassam Radi. Ma non ha aggiunto nient’altro. Da parte sua il presidente egiziano ha espresso la propria “aspirazione” che la visita della premier Meloni in Egitto dia un “nuovo impulso” alle relazioni fra Roma e il Cairo. A margine del vertice ONU sul clima, la presidente italiana ha incontrato anche il capo dello Stato di Israele, Isaac Herzog. E ha avuto un faccia a faccia anche con il Primo Ministro del Regno Unito, Rishi Sunak, oltre che con il primo ministro della Repubblica federale democratica di Etiopia, Abiy Ahmed.

La premier italiana con il presidente di Israele, Herzog. Foto Ansa/Chigi

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button