Primo pianoRoyal Life

The Crown: la prossima stagione si annuncia più crudele del previsto

La serie tv Netflix sui reali inglesi continua a generare polemiche

La quinta serie della serie tv The Crown potrebbe rivelarsi ancora più crudele di quanto previsto. Come è già stato affermato, la stagione prodotta da Netflix presenterà ricostruzioni delle conversazioni più private dei reali inglesi, con dettagli lascivi, come pure conversazioni immaginarie tra il principe William e sua madre, nonché la famigerata intervista della principessa Diana con Martin Bashir.

Già la scelta di inserire la famosa intervista di Lady Diana ha sollevato molte critiche nel Regno Unito. Lo scorso anno, infatti, il principe William aveva esortato pubblicamente a non mandare più in onda le immagini di quell’intervista ottenuta con l’inganno e così dolorosa per la Famiglia Reale.

Netflix Press Office

Netflix, però, ha deciso comunque di ricostruirla per il piccolo schermo e sarà una delle scene più attese della stagione. Ma sembra proprio che i produttori della serie non si siano fermati qui. Fonti beninformate sui fatti, infatti, sono pronte a giurare che le scene saranno ben più cattiva di quanto annunciato e temuto fino ad ora.

The Crown sfiorerà il diffamatorio secondo gli esperti

La rappresentazione dei reali senior, tra cui quella di Carlo, allora principe di Galles, sarebbe molto cattiva” nella prossima stagione di The Crown. A rivelarlo con assoluta certezza è il Daily Mail che ha riportato che “la licenza drammatica usata per ricreare eventi relativamente recenti nelle loro vite è così grande che alcune scene rasentano il diffamatorio“.

Netflix Press Office

Gli esperti, inoltre, ritengono che anche la scelta di mandare in onda la nuova stagione quasi due mesi esatti dopo la morte della regina Elisabetta, renda tutto ancora di più di cattivo gusto. Proprio adesso che Carlo e Camilla stanno lavorando duramente per raggiungere più alti indici di gradimento, The Crown potrebbe vanificare il grande sforzo. Molte scene, infatti, mostrano la loro relazione extra-coniugale ai tempi in cui Carlo era ancora sposato con la principessa Diana.

Netflix Press Office

Ma ancor di più faranno discutere i dialoghi in cui l’allora principe di Galles riflette sulla propria condizione nella Famiglia Reale. In una scena, infatti, dice: “E come si descrive l’essere principe di Galles? Non è certo un lavoro, ancor meno una vocazione. Cosa sono? Sono solo un ornamento inutile bloccato in una sala d’attesa che raccoglie polvere“. Non mancano anche i dialoghi tra la regina Elisabetta e il principe Filippo che si diranno delusi dal comportamento di Carlo. E, a proposito del principe Filippo, al centro della trama ci si aspetta già un’esplicita allusione alla presunta relazione con la sua amica Penny Knatchbull.

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button