Primo pianoRoyal Life

Re Carlo… quanta fretta! La data dell’incoronazione ufficiale spiazza

In piena primavera e ben prima dell'anniversario di Elisabetta II a cui tutti guardavano

Buckingham Palace ha messo a tacere tutte le voci che parlavano di un’incoronazione di re Carlo III prevista per il 3 giugno. Con un comunicato ufficiale di ieri pomeriggio, infatti, il Palazzo ha annunciato i piani del Sovrano, che volerà diretto verso la propria incoronazione, prevista ben prima di quanto ci si aspettava. L’incoronazione, infatti, si terrà sabato 6 maggio, presso l’Abbazia di Westminster.

Come era già stato previsto, invece, Camilla, la Regina Consorte, sarà al suo fianco e sarà anche incoronata nella storica cerimonia. La stessa regina Elisabetta aveva espresso in occasione del Giubileo di Platino il suo personale desiderio che le cose seguissero questo corso.

Ansa

Re Carlo ha assunto ufficialmente la corona come monarca del Regno Unito quando sua madre è venuta a mancare, lo scorso 8 settembre. Ma come per tutti gli altri regni prima del suo, anche in questo caso l’incoronazione rappresenterà una celebrazione simbolica del suo nuovo governo.

I dettagli dell’incoronazione rivelati da re Carlo III

Essendo trascorso poco più di un mese dalla morte della regina Elisabetta, nessuno si aspettava che Buckingham Palace fosse già pronto a rivelare i dettagli e la data dell’incoronazione di Carlo III. Da tradizione, infatti, il nuovo sovrano regnante si prende un lungo tempo per riflettere sul proprio lutto prima di pensare ai festeggiamenti per l’incoronazione.

Ansa

Gli esperti avevano previsto che il Palazzo avrebbe comunicato una data certa intorno alla prossima primavera. I prognostici immaginavano una data per il 3 giugno, con l’intento di omaggiare la regina Elisabetta, incoronata il 2 giugno di 70 anni fa. Ma Carlo III sta mostrando, come ci si attendeva già, una propensione all’imprevedibilità e al cambiamento. Buckingham Palace ha indicato nel comunicato ufficiale che la cerimonia unirà antico e moderno, dicendo che sarà “radicata in tradizioni di lunga data” ma anche che “rifletterà il ruolo del sovrano di oggi e guarderà al futuro“.

Ansa

L’incoronazione del prossimo anno sarà la prima dopo quasi 70 anni di regno continuato, e la prima che si svolgerà di sabato dai tempi di quella di Edoardo VII avvenuta nel 1902. I media britannici si interrogano sull’eventualità che venga aggiunto o meno un giorno festivo in più nel fine settimana dell’incoronazione. La settimana in cui Carlo e Camilla riceveranno la corona, infatti, ha già un giorno festivo: lunedì 1 maggio. In generale ci si aspetta un’incoronazione più semplice di quelle avvenute in precedenza, ma di certo quella prevista per la Regina Consorte presenterà un tenore di diverso tipo.

Harry e Meghan offesi dalla data scelta?

I fan reali si sono accorti fin da subito che la data scelta da re Carlo per l’incoronazione coincide con il compleanno del piccolo Archie. Alcuni utenti sui social si sono affrettati ad additare la scelta come “crudele“. Al momento, comunque, la presenza di Harry e Meghan è del tutto incerta. L’autrice ed esperta di faccende reali, Katie Nicholl, invece, ha affermato che “non si tratta affatto di un affronto”. Nonostante per qualcuno sia indelicato, nel linguaggio della Famiglia Reale, tutto potrebbe racchiudere un altro messaggio. C’è addirittura chi pensa che così Carlo voglia porgere un’ulteriore offerta di pace al figlio. L’autrice ha dichiarato a Entertainment Today che si tratta probabilmente solo di una coincidenza: “Ovviamente c’è un’enorme mole di pianificazione deve un momento importante della storia, come un’incoronazione. Il calendario reale è pieno di anniversari e compleanni…“.

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button