Primo pianoRoyal Life

L’incoronazione di Carlo III: trapelano i dettagli dell’evento

Il nuovo Sovrano desidera rinnovare l'antica tradizione

I media britannici sono venuti in possesso di dettagli inediti che riguardano la futura incoronazione di re Carlo III. È stato riferito, infatti, che la cerimonia sarà ridotta in ogni forma, a partire dal tempo di durata. Pare, infatti, che il nuovo Sovrano abbia intenzione di ridurre di due terzi il cerimoniale tradizionale, per far sì che duri poco più di un’ora.

La cerimonia della Regina Elisabetta, che si è svolta nel 1953, infatti, ha avuto una durata complessiva che ha superato le tre ore. Ma si vocifera che il re desideri una cerimonia ridotta per evitare costi eccessivi e per mostrare fin da subito la sua idea di monarchia moderna e snella.

Incoronazione re Carlo
Ansa

Le indiscrezioni, inoltre, suggeriscono che Buckingham Palace taglierà ben 6mila nomi dalla lunghissima lista degli invitati, riducendone così il numero da 8mila a 2mila. Un’altra importante novità riguarderà anche il dress code che potrebbe permettere un abbigliamento più rilassato.

L’incoronazione “moderna” di re Carlo III

Da queste indiscrezioni, dunque, emerge anche che il Palazzo dovrà informare centinaia di nobili e parlamentari del fatto che non potranno presenziare all’incoronazione di re Carlo III. Il Mail on Sunday riporta anche che il nuovo re vuole abolire tra gli antichi rituali quello di presentare al sovrano lingotti d’oro. Il principe William, invece, potrebbe assumere un importante ruolo nella pianificazione dell’evento.

Ansa

È probabile che la cerimonia risulti, nel complesso, più diversificata dal punto di vista religioso e culturale, che presenti meno cambi di abbigliamento e abbia un linguaggio modernizzato. Ma il Sovrano non rinuncerà comunque ai momenti più iconici: sarà ancora unto con l’olio santo, giurerà di essere il “difensore della fede” e si mostrerà in corteo a bordo della carrozza Gold State Coach, costruita nel 1762. La data è ancora ipotetica. Fonti esterne a Palazzo, in questa settimana hanno ipotizzato che tutto avverrà il prossimo 3 giugno.

Ansa

Ciò comporterebbe circa nove mesi di attesa, che rispondono ad un periodo congruo secondo la tradizione. Intanto nel Regno Unito la discussione è accesa circa alla possibilità che il 3 giugno diventi un giorno festivo, regalando agli inglesi un lungo ponte di vacanze. Il 2 giugno, infatti, ricorre l’anniversario dell’incoronazione della regina Elisabetta. Di certo re Carlo avrà già compiuto 74 anni, confermandosi come il re inglese più anziano ad essere incoronato. Il nuove re, infatti, ha assunto il potere lo scorso 8 settembre al St James’s Palace di Londra, subito dopo la morte di sua madre, Elisabetta II.

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button