Primo pianoRoyal Life

Carlo e Camilla tremano: il figlio segreto vicino al contratto con Netflix

Il colosso dello streaming ha offerto a Simon Dorante Day l'occasione che aspettava

Simon Dorante Day è l’uomo australiano oramai famoso nel mondo perché afferma di essere il figlio segreto del re Carlo e di Camilla. In una recente intervista ha dichiarato di essere in trattative per portare la sua controversa storia sul piccolo schermo. Da anni, infatti, prova ad ottenere l’attenzione della Corona britannica tramite azioni legali, ma adesso è pronto a punte più in alto, e spunta il nome di Netflix.

Il presunto figlio segreto di Carlo e Camilla ha affermato di essere stato contattato da importanti emittenti statunitensi e britannici nelle settimane successive alla morte della regina Elisabetta. A quanto pare, infatti, molti produttori sarebbero interessati a trasformare la sua ricerca della verità in una serie o in un documentario. Parlando di questa possibilità a 7News.com.au si è sbilanciato facendo il nome del colosso americano dello streaming.

Ansa / Facebook @SimonDoranteDay

Il 56enne è convinto, infatti, che affidare la sua storia ad una serie di successo globale possa costringere Buckingham Palace a rispondere alle sue domande. Parlando dell’improvvisa attenzione mediatica al suo caso ha dichiarato: “Non mi aspettavo che ciò accadesse, ma sono contento che sia così. Sto valutando le loro offerte. Alla fine mi piacerebbe vedere la mia storia su Netflix.

Su Netflix arriva la serie sul figlio di Carlo e Camilla?

Dalle parole di Simon Dorante Day si capisce che ha intenzione di sollevare il polverone per “fare sì che Carlo e Camilla affrontino le mie affermazioni“. L’uomo, cresciuto in Australia, è nato il 5 aprile 1966 nel Regno Unito. All’età di otto mesi, è stato adottato da una coppia del posto, ma i suoi nonni adottivi, avevano entrambi lavorato per la regina e il principe Filippo in una delle loro residenze reali. Proprio la nonna adottiva, dunque, gli avrebbe detto molte volte che era il figlio di Carlo e Camilla.

Ansa

A riprova di quello che sostiene, il presunto figlio presenta delle prove, che per lui non possono essere solo delle coincidenze. L’uomo afferma che alcuni mesi prima della sua nascita, Camilla scomparve dalle scene per almeno nove mesi, mentre Carlo fu mandato in Australia. Uno storico ha espresso perplessità anche sull’ospedale in cui sarebbe nato, che rappresenterebbe un falso. In tutto il decennio, infatti, non registrerebbe nessuna nascita in via ufficiale. Secondo la sua teoria Camilla lo avrebbe tenuto con sé fino al compimento degli otto mesi prima di affidarlo ad una famiglia di dipendenti fidati della Corona.

Ansa

Dorante-Day ha aggiunto che ha ricordi di visite ad una casa a Portsmouth da bambino. Lì trascorreva del tempo con una donna che crede fosse Camilla. Con determinazione ed ogni mezzo a sua disposizione, da anni chiede un test del Dna. Intanto progetta un viaggio del Regno Unito, dove lo attendono “interviste radiofoniche a Glasgow, Manchester, Dublino e Portsmouth“.

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button