NewsPrimo piano

Meteo, terza perturbazione in 10 giorni: tutte le previsioni

Temporali e mareggiate in arrivo ma dal fine settimana si affaccerà l'ottobrata con un deciso rialzo delle temperature

Meteo in peggioramento dalle prime ore di giovedì 29 settembre su molte regioni d’Italia. È in arrivo la terza perturbazione degli ultimi 10 giorni. E potrebbe essere la peggiore per intensità e durata.

Sono previsti venti tesi con raffiche di burrasca e mareggiate tra Sardegna, Sicilia e il versante tirrenico. Sul Mar Ligure sono previste onde fino a 6 metri, mentre il Tirreno Centrale il moto ondoso raggiungerà i 4 metri. Le temperature non subiranno particolari variazioni e si manterranno sopra la norma. Ovvero sopra i 25 gradi, sul medio Adriatico e le regioni meridionali mentre dei cali sono attesi nelle zone piovose. Nel fine settimana la perturbazione tenderà ad allontanarsi con gli ultimi strascichi al Sud.

Foto Twitter @Elle10_elle

Il meteo di ottobre

Il nuovo mese di ottobre si aprirà da sabato prossimo con un meteo stabile e quasi sempre soleggiato grazie alla rimonta dell’alta pressione. Tanto sole su tutte le regioni entro la fine del weekend, eccezion fatta per l’estremo Sud. Inizierà la classica ottobrata con un deciso aumento delle temperature, soprattutto al Centro-Sud con valori anche superiori ai 25 gradi.

Clima, appello a Mattarella

Il mondo scientifico ha intanto consegnato il 28 settembre al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, l’appello lanciato dai climatologi. Lo scopo è quello di spingere affinché i problemi legati al clima entrino nell’agenda politica. “Sono molto contento che la dichiarazione abbia raccolto 250mila firme” ha anticipato all’Adnkronos il Premio Nobel per la Fisica, Giorgio Parisi, a cui l’Accademia dei Lincei ha dedicato una giornata di lavori, mirata agli studi del fisico italiano.

Foto Twitter @Quirinale

Commentando la giornata di lavori ai Lincei, Parisi ha rilevato che “la complessità è una parola ormai entrata in moltissime scienze“, gli studi sulla complessità coinvolgono sempre più settori, “e sono strategici anche per il sistema monetario“. La giornata di lavori ai Lincei è arrivata il 28 settembre a un anno dalla vittoria del Premio Nobel per la Fisica 2021, conquistato da Parisi proprio per i suoi studi sulla complessità. Lo scienziato ha sottolineato che le riflessioni degli accademici “servono proprio per far vedere il ruolo che gioca la complessità in tantissime occasioni” e tematiche diverse.

Meteo, uragani in America

E mentre in Italia si fanno i conti con violente piogge e nubifragi, dopo lunghi mesi di siccità prima invernale e poi estiva, in America infuriano gli uragani. In particolare l’uragano Ian, il quale, dopo aver provocato vittime e danni a Cuba, si abbatte in queste ore sulla Florida, negli Stati Uniti. L’uragano Ian si classifica come categoria 4 ma il servizio meteo degli Stati Uniti ha spiegato che si è già rafforzato con venti a 155 miglia orarie – 250 chilometri all’ora – appena 2 miglia sotto la categoria 5, quella più alta. Il Centro nazionale uragani l’ha definito “estremamente pericoloso“. E ha aggiunto che si prevede “causerà un’ondata di tempeste, venti catastrofici e inondazioni“.

Effetti dell’uragano Ian a Cuba. Foto Twitter @Koopwines

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button