NewsPrimo piano

Meteo, pericolo nubifragi: allerta al Centro-Nord ma anche in Campania

Gli esperti si attendono che nell'arco di pochi giorni piova come in 6 mesi

Meteo d’estate addio, l’autunno è appena cominciato e si avvicina la prima perturbazione estrema. Il weekend delle elezioni sarà all’insegna della pioggia su buona parte dell’Italia. Allerta in Lazio e Campania: in 4 giorni si attende la pioggia di mezzo anno.

Dal Nord Ovest a tutto il versante tirrenico il pericolo è quello di bombe d’acqua capaci di portare grosse quantità di pioggia nell’arco di poche ore. Per effetto di una massa d’aria atlantica con minimo depressionario proveniente dalla penisola iberica, da sabato 24 settembre piogge potenzialmente alluvionali promettono di colpire il Nord Ovest. Ma il meteo non sarà buono neppure sul versante tirrenico del nostro Paese. Proprio mentre gli italiani saranno intenti a recarsi alle urne. Rischio elevato dalla Liguria alla Toscana e molto elevato tra Lazio e Campania, dove in 4 giorni si attendono 400-500 millimetri di pioggia.

Meteo, cosa accadrà nelle prossime ore

Le prime piogge intense faranno la loro comparsa sabato sul Ponente ligure, per poi spostarsi progressivamente verso il resto della regione e l’alta Toscana. Dal mattino seguente, domenica 25 settembre, il maltempo si estenderà sia al Nord, interessando Piemonte, Lombardia ed Emilia-Romagna, sia al Centro, specie in Umbria e Lazio. In serata, anche la Campania e il Nord-Est potrebbero diventare ulteriori bersagli della perturbazione. Nel complesso, sul versante tirrenico sono attesi 400 millimetri di pioggia in 4 giorni. In pratica la pioggia di sei mesi concentrata in 96 ore. Al Sud il meteo sarà invece soleggiato e caldo.

Il maltempo non risparmierà gli italiani neppure per l’appuntamento con le urne del 25 settembre. Come spiegano i meteorologi, la perturbazione approfitterà proprio domenica dell’allontanamento dell’anticiclone delle Azzorre per agire indisturbata sul nostro Paese. Risultato: mentre sul Nord, a eccezione del Friuli-Venezia Giulia, si attendono schiarite, il resto della Penisola sarà interessato da precipitazioni intense con tanto di grandinate. Al centro, ancora un meteo con maltempo estremo sulla fascia tirrenica ma moderato altrove. Al Sud, forti temporali continueranno a colpire la Campania mentre diversi acquazzoni si abbatteranno in Sicilia.

Il meteo della prossima settimana

Dopo il weekend, si susseguiranno almeno altri due giorni di maltempo sempre causati dall’intenso flusso perturbato proveniente Sud-Ovest. In questo contesto saranno possibili fenomeni abbondanti e localmente persistenti. Da mercoledì 28, la discesa di aria artica marittima potrebbe favorire nevicate fino a 1.200-1.500 metri tra Alpi e Appennino settentrionale ma anche una generale attenuazione dei fenomeni a causa del minore contenuto di vapore acqueo. Un altro affondo perturbato artico potrebbe infine scendere verso la Francia il primo giorno di ottobre causando piogge torrenziali verso il Nord Ovest italiano.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button