MusicaPrimo piano

Mariah Carey rinviata a giudizio per “All I want for Christmas is you”

La stella della musica internazionale sarebbe stata coinvolta in una violazione di copyright e accusata di aver copiato il suo successo natalizio

All I want for Christmas is you è una delle canzoni più celebri di Mariah Carey, nonché colonna sonora delle nostre vacanze natalizie ogni anno e sfruttata in molti film di altrettanto successo e non. Eppure, la canzone sembra non sia stata completamente frutto del sacco della cantante, che attualmente è accusata per una presunta violazione di diritti di copyright in merito.

Mariah Carey è una delle voci più belle e popolari nel panorama musicale internazionale. L’artista da milioni di dischi nel corso della sua carriera ha firmato importanti successi, che si collocano in più di 20 anni di storia della musica. Tra le canzoni di maggior successo non manca anche il tormentone natalizio All I want for Christmas is you, scelta immancabile nella nostra playlist invernale, soprattutto nel periodo del Natale.

Mariah Carey
Photo Credits: Ansa

Eppure, quella che è stata una delle canzoni che ha maggiormente fruttato economicamente alla cantante americana, in realtà sarebbe una violazione di diritti di copyright. Nelle ultime ore, infatti, Mariah Carey è stata rinviata a giudizio per il suo brano natalizio, con l’accusa di averlo copiato.

All I want for Christmas is you: clamorosa violazione del copyright

La hit del 1994 firmata da Mariah Carey nelle ultime ore è finita al centro dell’attenzione pubblica. La canzone, infatti, che da oltre 20 anni anima i nostri cenoni natalizi e non solo, sembra sia stata copiata da un brano di un altro cantautore, che adesso chiede il risarcimento che gli spetta. Si chiamerebbe Andy Stone, secondo quanto riferito dalla stampa internazionale, il cantante che avrebbe chiesto un risarcimento di almeno 20 milioni di dollari a Mariah Carey per aver copiato il nome della sua canzone.

Mariah Carey
Photo Credits: Ansa

All I want for Christmas is you è una delle canzoni di maggior successo nella carriera della cantante fin da quando è apparsa nel 1994 nell’album Merry Christmas. Da lì, la scalata verso le più importanti classifiche musicali, fino a fruttare economicamente all’artista ben oltre 60 milioni di royalty nel 2017.

Mariah Carey non risponde alle accuse

Sebbene le due canzoni, rispettivamente di Mariah Carey e Andy Stone, siano completamente diverse e condividano solo lo stesso titolo, il cantautore appare determinato nella sua richiesta. La notizia ha già fatto il giro del mondo. Stone ha accusato la cantante di aver portato confusione e non aver chiesto il permesso di prendere in prestito il titolo che anche il cantautore aveva dato al suo nuovo brano. Al momento, nonostante la forte attenzione mediatica sulla questione che c’è stata nelle ultime ore, Mariah Carey ha deciso di non replicare alle accuse. La cantante si è ritirata in un silenzio stampa, anche se il suo pubblico attende una dichiarazione ufficiale in merito.

Mariah Carey
Photo Credits: Ansa

Chiara Scioni

Intrattenimento & Cronaca rosa

Romana, esperta di logistica con la passione per il canto, motivo per cui è un'appassionata di talent show. Dai blog locali che fin da giovanissima frequenta per coltivare la passione della scrittura. Sceglie la facoltà di Lingue e Culture Straniere presso l’Università di RomaTre per approfondire alcuni ambiti multiculturali che l'appassionano del mondo anglosassone e latino. Predilige la cronaca rosa, infatti è una delle curatrici del blog di VelvetMAG dedicato ai VIP www.velvetgossip.it, ma non disdegna moda, Tv e intrattenimento.

Back to top button