Primo pianoStorie e Personaggi

Women for Women, tutte le star: da Cucinotta a Solarino e Crescentini

L'evento si svolgerà in versione "Celebrity" e ospiterà molti volti noti dello spettacolo

Spazio 900, storica location nel cuore di Roma, ha ospitato la registrazione dell’evento tv Women for Women against ViolenceCamomilla Award. Nato per promuovere il contrasto alla violenza di genere e sostenere le donne che combattono il tumore al seno, ha accolto molti volti noti.

Quasi sempre si parla di chi muore e non ce la fa. Women for Women, attraverso testimonianze autentiche, vuole invece parlare di vita e dar voce a chi non smette mai di combattere e vince ogni giorno. E lo farà raccontando anche il difficile percorso di rinascita che tante donne devono affrontare in solitudine, offrendo però un messaggio di speranza e incoraggiamento. Dalla violenza – qualsiasi essa sia – si può uscire.

Maria Elena Boschi, Elga Magrini e la Minista Elena Bonetti
Courtesy of Press Office

Women for Women, patrocinata dal Senato della Repubblica, Camera dei deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Cultura, Comitato Unico di Garanzia MIC, Regione Lazio, Roma Capitale, Rai, Unicef, Croce Rossa Italiana e LILT (Lega Italiana Lotta contro i Tumori), è stata concepita e realizzata dalla Presidente dell’Associazione Consorzio Umanitas, Donatella Gimigliano, in collaborazione con Urban Vision.

Women for Women in una versione all stars

L’evento quest’anno sarà nella versione Celebrity Edition. Ruoterà , infatti, anche attorno ai racconti delle esperienze di vita delle Celebrity per far comprendere che queste esperienze segnano indistintamente. La kermesse vanterà la conduzione di Arianna Ciampoli e Beppe Convertini. La regia sarà invece affidata ad Antonio Centomani. L’evento approderà su Rai Due il 4 giugno alle 17.00. Il tutto inizierà come welcome drink con degustazione delle eccellenze offerto da Coldiretti Lazio, a cura della brigata di chef capitanati da Bruno Brunori dell’Associazione Nazionale Cuochi Italiani Lazio. Apriranno poi le danze la ballerina ucraina Anastasia Kuzmina e il ballerino Andrea Evangelista sulle note di Piccola Anima di Ermal Meta. I Saranno affiancati dal violinista elettronico “Jedi”, Andrea Casta.

Luca Tommassini
Courtesy of Press Office

Le luci dei riflettori si sono accese poi per ascoltare quattro testimonianze straordinarie: Filomena Lamberti, sfregiata con l’acido dal marito cui aveva ribadito la sua volontà di separarsi, raccontata dall’attrice Lucianna de Falco; a seguire Carolina Marconi, dalla diagnosi di tumore al seno al suo sogno di diventare madre sospeso; ed ancora Luca Tomassini, la storia del padre violento che mandò in coma la mamma. Il coreografo racconterà l’infanzia difficile, grazie al contributo dell’attore Luca Capuano; infine, Elga Magrini, che ha raccontato il suo percorso, l’insegnamento e la forza che l’accompagna ancora oggi. Elga è stata premiata dalla Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti e dalla capogruppo di Italia Viva alla Camera dei Deputati, Maria Elena Boschi.

Tutti i volti noti che prenderanno parte alla campagna

Tra coloro che si sono dedicati alla causa, hanno ricevuto il Camomilla Award (il fiore di Camomilla che simboleggia la forza e la solidarietà), una scultura realizzata dal maestro orafo Michele Affidato, partner storico della kermesse, Maria Grazia Cucinotta. La testimonial Susan Komen Italia e autrice del libro Vite senza paura non è la sola insignita. Spicca anche il nome di Carolina Crescentini, che ha messo in scena la storia di Marta nella campagna antiviolenza di WeWorld. È anche tra le protagoniste di uno spot firmato da Francesca Archibugi per la Race for The Cure.

Carolina Crescentini
Courtesy of Press Office

Il Women for Women premierà anche Antonia Liskova. Si è distinta per il cortometraggio sul tumore al seno metastatico La notte prima di Annamaria Liguori; e poi Valeria Solarino, che ha portato in scena in tutta Italia lo spettacolo Gerico Innocenza Rosa, monologo sull’identità di genere e ogni tipo di discriminazione; Luana Ravegnini che, dopo un lungo periodo di assenza dalla tv, è stata al timone Check-Up, storico programma di informazione medica, salute e benessere di Rai 2.

Valeri Solarino
Courtesy of Press Office

Ed ancora Jacopo Saracino, agente del 112 della Questura di Milano che, alla richiesta di una pizza, ha fatto scattare l’allarme e ha salvato la vita a una donna vittima di violenza, i Professori Mario Pelle Ceravolo e Matteo Angelini, che hanno in cura Maria Antonietta Rositani, vittima di violenza con il 75% di ustioni sul corpo, e hanno realizzato, a titolo gratuito e privatamente, anche un delicatissimo intervento all’occhio facendole recuperare la funzionalità. In collegamento streaming Lapo Elkann ha presentato i progetti sociali della Fondazione Laps di cui è fondatore. Padrona di casa per le interviste in sala l’attrice e conduttrice Francesca Ceci.

Le altre star che vedremo per la campagna Women for Women

Tra coloro che hanno consegnato i premi il Vicedirettore Intrattenimento Day Time della RAI, Silvia Vergato, il Direttore di RAI DUE, Massimo Lavatore, Mimmo Muolo, vaticanista di Avvenire e scrittore. Special guest della serata Women for Women: da Radio Due Social Club Andrea Perroni, il cantautore Antonio Maggio, che si è esibito live al pianoforte con il brano “La faccia e il cuore” scritto con Ermal Meta sul tema della violenza sulle donne che, in video, ha fatto una simpatica “incursione” e che, per questo testo, ha ricevuto il Camomilla Award, ed infine la coppia di giovani talenti Martina Attili & Michelangelo Vizzini che hanno regalato una emozionante “Imagine” di J. Lennon.

Nel parterre personalità del calibro del regista Giovanni Veronesi, Angelica Giusto, attualmente impegnata sul set di Luce dei tuoi Occhi, l’ex calciatore Alessandro Tulli, Elena Bonelli, Maria Rosaria Omaggio, Ambasciatrice Unicef, Alessandra Viero, conduttrice di Quarto Grado, Antonella Salvucci, Ezio Bonanni, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, Maria Consiglio Visco, Elisa Ripanti

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button