NewsPrimo piano

Neve e gelo sull’Italia: la situazione dalla Valle d’Aosta alla Sardegna

Un uomo, travolto da una valanga in Valtournanche, è rimasto ferito gravemente. Al Centro e al Sud temperature basse e allerta meteo

Una corrente di gelo artico con forti nevicate si sta abbattendo sull’Italia. Nubifragi e neve anche a basse quote stanno investendo molte Regioni. I primi disagi si sono riscontrati in Sardegna mentre è in Valle d’Aosta che una valanga ha provocato un ferito grave. Le regioni più a rischio in queste ore sono: Lazio, Campania, Basilicata, Molise, Puglia, Calabria, Sardegna e Sicilia.

Travolto in Valtournanche

In Valle d’Aosta un uomo di 58 anni, Leandro Pession, addetto alla sicurezza e soccorritore negli impianti di risalita, è stato travolto da una valanga a Valtournenche. Era al lavoro per verificare le condizioni di sicurezza della pista da tra Valtournenche e Cervinia. Un elicottero del Soccorso alpino lo ha prelevato per trasportarlo d’urgenza in ospedale ad Aosta. Il ferito è apparso fin da subito in gravi condizioni e al momento si trova ricoverato nel reparto di rianimazione in prognosi riservata.

Neve nel Viterbese e in Sardegna

Nevicate si sono verificate anche nel Lazio. Mezza provincia di Viterbo si è risvegliata stamani coperta dalla neve fino a 10 centimetri. Una situazione che ha provocato numerosi disagi ai trasporti e alle scuole, visto che le strade provinciali sono praticamente impercorribili. Disagi dopo le nevicate (nella foto) anche in Sardegna: è emergenza nell’Oristanese e non solo per pioggia, ghiaccio e vento forte.

Dalla Calabria alla Toscana

Il maltempo che imperversa da giorni sulla Calabria ha portato un brusco calo delle temperature e neve copiosa su tutte le zone montane, oltre che pioggia e vento. Nevica su Sila e Pollino e sono innevati i principali centri turistici sopra i 1.200 metri. Grandinate vengono segnalate in diverse zone premontane. Per le prossime ore, le previsioni indicano ancora un calo delle temperature. Anche in Toscana crollano a picco le temperature, raggiungendo valori sotto lo zero, con possibilità di formazione di ghiaccio un po’ in tutta la regione. In Campania è già in atto un’allerta meteo per piogge e temporali che, soprattutto sulla fascia costiera, ha un livello di criticità arancione.

Non solo neve, le previsioni

Dopo un martedì 30 novembre maggiormente stabile per tutti, da mercoledì 1 dicembre un nuovo vortice alimentato da correnti in discesa dal Nord Europa coinvolgerà le coste e i mari. Ne deriverà una nuova ondata di maltempo. Il rischio è di neve, temporali e piogge intense. Dapprima sulla Sardegna e sulle regioni del Centro-Sud, specie il comparto tirrenico, poi anche al Nord. E in particolare su Lombardia, Emilia-Romagna, Friuli, Veneto e Trentino.

LEGGI ANCHE: Barbados, la festa per la repubblica velata dalle accuse al Principe Carlo

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button