NewsPrimo piano

Raffaella Carrà: addio con corteo e funerale a Roma

All'icona della televisione italiana saranno dedicati tre lunghi giorni d'addio; i colleghi chiedono il lutto nazionale

Quello di Raffaella Carrà sarà un funerale lungo tre giorni. Alla diva della televisione italiana, scomparsa lo scorso il 5 luglio, sono stati dedicati omaggi, ritratti, articoli e commemorazioni, sia in Italia, sia all’estero. Anche durante la semifinale degli Europei tra Italia e Spagna si è celebrato il ricordo del caschetto biondo più famoso della tv.

Il programma ufficiale delle esequie è particolarmente corposo, nato dall’esigenza di onorare il legame che Carrà aveva e avrà sempre con il popolo italiano. Oggi, mercoledì, 7 luglio un corteo funebre partirà alle 16.00 dalla sua abitazione di Roma nord, per poi fare tappa in alcuni dei luoghi simbolo della sua lunghissima carriera. Il feretro passerà per l’Auditorium del Foro Italico (largo Lauro de Bosis), la sede Rai di di Via Teulada 66, il Teatro delle Vittorie, la sede Rai di Viale Mazzini 14, infine al Campidoglio (Sala Protomoteca), dove verrà aperta, dalle 18.00 a mezzanotte la camera ardente. Anche domani, 8 luglio, vi si potrà accedere dalle ore 08.00 alle 12.00 e poi dalle ore 18.00 a mezzanotte. Le esequie, invece, si terranno venerdì 9 luglio alle ore 12.00 presso la chiesa di Santa Maria in Ara Coeli, sempre su Piazza del Campidoglio.

Sergio Iapino invita gli italiani a pregare per Raffaella; amici e colleghi chiedono una giornata di lutto nazionale

Tra l’incredulità per la notizia della scomparsa e l’esigenza di voler celebrare la splendida e inimitabile vita di Raffaella Carrà, Sergio Iapino, per lungo tempo compagno, collaboratore e suo grande amico, ha chiesto agli italiani di tutto il mondo di radunarsi nelle chiese delle piccole e grandi città per: “un saluto virtuale a Raffaella“.

Nel frattempo amici e colleghi hanno chiesto a gran voce che venga istituita una giornata commemorativa di lutto nazionale. C’è anche chi ha paventato l’idea, come Milly Carlucci e Mogol, di intitolarle l’Auditorium Rai del Foro Italico. Continuano a susseguirsi, ininterrottamente, messaggi di cordoglio tra social e media; dal mondo della musica a quello dello sport, passando per quello del cinema, ogni parola è nel segno di Raffaella.

 

 

Viviana Gaudino

Nata e cresciuta a Napoli, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere Moderne alla Federico II, si è trasferita a Roma dove ha studiato Editoria e Scrittura alla Sapienza e terminato il percorso con lode. La grande passione per i libri e la letteratura l'hanno spinta a portare avanti il progetto di entrare nel mondo dell’editoria e della comunicazione: ha infatti partecipato al master "Il lavoro editoriale", promosso dalla Scuola del libro di Roma, e a numerosi workshop improntati sulla stesura e la correzione di testi. Dopo svariate esperienze come Redattrice (Edipress - agenzia di stampa del Corriere dello Sport - TuttoSport - Italo - Auto.it - Classified - Il Tempo -, LaCooltura, Snap Italy, NapoliSport), Editor, supporto Ufficio Stampa e Social Media Manager, è approdata nella redazione interna Velvet Mag.

Back to top button