Lifestyle

I cosmetici del futuro vengono dalla Corea: no all’acqua per il benessere del Pianeta

In oriente già da alcuni anni si adottano soluzioni waterless per la cura del corpo

Quando pensiamo alla cura del nostro corpo, senza rendercene davvero conto, diamo per scontate alcune cose. Tra queste senz’altro possiamo annoverare la presenza di acqua all’interno dei cosmetici che utilizziamo per la nostra bellezza. In effetti, molte delle creme, dei detergenti e più in generale dei prodotti che utilizziamo durante la nostra beauty routine hanno come ingrediente principale (o comunque co-protagonista) proprio l’acqua.

Solo pochi giorni fa si è celebrata la Giornata Mondiale dell’Acqua. Quest’ultima è infatti un bene primario ed essenziale che ancora oggi non tutti hanno a disposizione. Circa due miliardi di persone vivono in zone del nostro Pianeta con gravi problemi idrici e solo nel 2025 due terzi della popolazione mondiale avranno problemi a reperire acqua potabile. Questi sono dati sconcertanti e dalla Corea arriva una soluzione per eliminare l’acqua dalla produzione dei cosmetici. L’industria della cosmesi del futuro sarà quindi waterless ed eliminerà questo liquido dagli ingredienti principali della maggior parte dei prodotti utilizzati quotidianamente.

Beauty routine senza acqua: la bellezza che rispetta l’ambiente

La Corea sta promuovendo la creazione di cosmetici privi di acqua e sta cercando di condividere questa tendenza anche con i Paesi occidentali. Questa scelta, di cui si parla dall’ormai lontano 2015, può essere definita consapevole: rispetta l’ambiente e anche la pelle dei consumatori. Sebbene l’acqua sia stata fino a poco tempo fa ritenuta essenziale nella produzione di cosmetici, ad oggi sappiamo che non è affatto così. Anzi, quest’ultima è la causa della proliferazione di molti germi e batteri all’interno dei nostri prodotti di bellezza.

L’acqua infatti, bene prezioso e sempre più raro, è ricca di batteri. Per la creazione di creme e detergenti vige quindi essenziale l’utilizzo di conservanti, certamente mal visti per i danni che potrebbero recare alla nostra pelle. In Italia la Waterless beauty non ha ancora preso piede, ma probabilmente molti brand nostrani stanno seriamente pensando a questa alternativa ecologica e sostenibile.

 

LEGGI ANCHE: Camminare riduce la voglia di zuccheri: lo sport che fa bene alla linea

Back to top button