Primo pianoStorie e Personaggi

Sanremo: Amadeus punta alla Bertè, Fiorello omaggia Little Tony, Achille Lauro con 5 quadri “mai visti prima”

Le novità sul fronte Festival in diretta dalla conferenza stampa di oggi, martedì 9 febbraio

In diretta dalla conferenza stampa streaming di oggi, martedì 9 febbraio, tutte le novità sulla prossima edizione del Festival di Sanremo.

“Per me non può esistere un Festival senza Fiorello”: queste le prime parole di Amadeus, nel suo intervento durante la conferenza stampa streaming di oggi. “Con noi anche Achille Lauro, un vero performer che l’anno scorso ci ha regalato un’altra grande emozione. Stavolta sarà ospite tutte le sere, con cinque quadri bellissimi, che sta preparando e che raccontano tante cose. L’altro ospite è un grandissimo campione del calcio, Zlatan Ibrahimović, che mi ha già regalato la maglia. È un personaggio del calcio strepitoso che sta facendo le fortune del Milan, ma che è da scoprire perché è davvero un numero uno ed è tante altre cose. Lo scoprirete nel corso delle cinque serate”. Confermata anche la presenza di Ornella Vanoni nell’ultima serata, quella di sabato 6 marzo, e ancora i Negramaro e Alassandra Amoroso. A dominare saranno gli ospiti italiani – ribadisce Amadeus -, tuttavia se si dovesse presentare l’occasione di un grande guest internazionale, ben venga.

I 5 quadri di Achille Lauro

Durante la conferenza stampa è intervenuto lo stesso Achille Lauro, con un filmato registrato in cui, emozionato ma con polso fermo, ha offerto un’anteprima di quello che sta preparando. “Amadeus mi ha graziato” ha ironizzato Lauro. “Non potete immaginare cosa significhi per me. Sanremo mi ha permesso di esprimere la mia arte portando in scena un ideale, più che uno spettacolo. Quest’anno sto preparando una cosa che non avete mai visto“.

Fiorello omaggerà Little Tony

Proprio durante la conferenza Fiorello ha lanciato un’idea e Amadeus ha fatto da spalla (e per fortuna è questa una delle skill più forti del duo). Dopo aver visto che proprio oggi ricorre l’anniversario della data di nascita di Little Tony, nato il 9 febbraio del ’41, Fiorello ha proposto un omaggio al cantante durante questa edizione del Festival. Ha sottolineato ancora, Fiorello, che siamo di fronte ad un artista celebrato meno di quanto meriterebbe. Da qui la proposta, totalmente improvvisata, di lavorare ad un arrangiamento dei suoi pezzi migliori per un’esibizione dal vivo all’Ariston, che interpreterà lui stesso, in suo onore. Proposta approvata.

Come funzioneranno le votazioni?

Si voterà attraverso 3 componenti di giuria. La giuria demoscopica (composta da 300 giurati e 60 riserve): da questa è stata inevitabilmente eliminata la categoria dei giurati “che partecipano agli eventi”, dal momento che quest’anno non ce ne sono stati. E ancora la giuria della sala stampa e quella dell’orchestra. Tutte le giurie dovranno votare sia i campioni in gara che le nuove proposte, tramite un’apposita app.

Amadeus: un piano B sul fronte Covid?

Sarebbe l’ultima delle ipotesi. Una svolta negativa che però, nel caso di una macchina enorme come quella del Festival di Sanremo, è stata affrontata in conferenza streaming. E se Amadeus dovesse risultare positivo al Covid a ridosso della kermesse? Al quesito posto dalla stampa, ostico ma da considerare, a questo punto, Amadeus ha risposto con le idee chiarissime: «Mi auguro di no, ovviamente, sto attentissimo. Ma se dovesse capitare, non glielo dite a Fiore… ma lo farà da solo». Il conduttore ha poi continuato riportando l’aneddoto di un botta e risposta tra lui e Fiorello: «Gli ho detto: “Io sono sostituibile, tu no. Tu devi stare bene».

L’anteprima della scenografia

Grandi aspettative anche sulla scenografia di questo Festival, creata in particolare da Gaetano e Chiara Castelli. Durante la conferenza stampa è stata mostrata una anteprima del work in progress, in cui è già visibile un stile futurista, tra modernità e tradizione. Dai lavori in corso già è possibile notare la maestosità del lavoro, con un impianto che potrebbe essere unico al mondo. Attenzione anche ad una particolarità di quest’anno: ci sarà una sorta di “involucro” che verrà inquadrato (da Stefano Vicario, regista) sia dall’interno che dall’esterno. L’effetto ottenuto potrebbe essere uno dei punti forti della regia televisiva di questo Festival.

Sanremo scenografia Festival

Back to top button