MusicaPrimo piano

Paul McCartney immortale: dopo trent’anni torna primo in classifica con il nuovo album

Era dai tempi di "Flowers in the Dirt" del 1989 che l'ex Beatle non toccava il vertice della top UK

Ci sono voluti quattro decenni per vedere conclusa la celebre saga “McCartney” a firma dell’ex Beatle: il terzo capitolo della serie di album omonimi di Paul McCartney è infine uscito, riportando nei negozi e in streaming la leggendaria voce del musicista e cantante lo scorso 18 dicembre 2020. McCartney III è dunque arrivato a quarant’anni dal McCartney II del 1980, e ad addirittura mezzo secolo dal prototipo, primo album dell’inglese dopo il traumatico addio alla storica band. Ora, a poco più di una settimana dalla distribuzione ufficiale, si possono finalmente fare i conti; e i numeri diffusi in queste ore dall’Inghilterra parlano di un ritorno trionfale, accolto con clamore dal pubblico prima ancora che dalla stampa.

L’uscita di McCarney III trova l’ex Beatle all’apice del successo: 31 anni dopo Paul McCartney è di nuovo in testa alla classifica degli album UK

L’ultimo album di Paul McCartney ha potuto contare su un supporto notevole da parte della critica, ben disposta come ormai non succedeva da tempo nei confronti del lavoro; messo insieme durante la pandemia, nel periodo surreale del lockdown inglese, McCartney III ha infine incontrato la prova del pubblico nel nuovo mondo dello streaming e del digitale. Un contesto che ha comunque saputo premiare il musicista, visto il primo posto nella classifica degli album nazionali conquistata in queste ore. Un successo inaspettato, testimonianza della popolarità del marchio Beatles anche tra le generazioni più giovani; il musicista non toccava la vetta della classifica UK ormai da oltre trentun’anni, ai tempi di Flowers in The Dirt del 1989.

Non poteva mancare a certificare il successo del suo ultimo album una dichiarazione di Paul McCartney, a 79 anni tra i più anziani a poter fregiarsi di una simile posizione in top. “Voglio solo dire buon Natale, felice anno nuovo, e grazie”, le sue parole, primo vero e proprio comunicato dopo l’uscita ufficiale dell’album. “Grazie a tutti coloro che hanno contribuito a portare il mio nuovo disco al numero uno nella classifica degli album“. Il giusto coronamento per un progetto ormai aperto oltre mezzo secolo fa.

LEGGI ANCHE Paul McCartney, un intero album scritto in quarantena

Back to top button