News

Pagamenti con le carte, novità sul piano cashback: premi da 1500 euro

Si parte da dicembre con le spese di Natale

Il governo Conte procede sulla strada della lotta ai contanti con il cosiddetto piano cashback che entrerà in fase sperimentale dal prossimo dicembre, sotto Natale. Si tratta di un sistema di incentivi ai pagamenti con le carte elettroniche: di credito o bancomat. Il contante rende infatti a volte impossibile tracciare a fini fiscali le transazioni e l’Italia è uno dei Paesi europei più indietro sotto questo profilo, a causa dell’alta evasione fiscale.

Incentivare i pagamenti digitali

Fra le novità che il programma cashback dovrebbe consentire, anche due super premi da 1.500 euro per i primi 100mila cittadini che totalizzeranno il maggior numero di transazioni digitali. Lo prevede la bozza del decreto attuativo della misura per incentivare i pagamenti digitali. Per partecipare al programma serviranno minimo 50 transazioni a semestre e il rimborso potrà arrivare fino a 150 euro. Ciò su un tetto di spesa complessivo di 1.500 euro ogni sei mesi. Il rimborso del 10% sarà calcolato su massimo 150 euro a transazione, e le spese superiori concorreranno comunque fino a quella soglia. Prevista una misura anti-furbetti. “Sono vietati – si legge – i frazionamenti artificiosi dei pagamenti riferibili al medesimo acquisto presso lo stesso esercente”. Il primo cashback arriverà sulle spese di Natale già il prossimo febbraio, e potrà valere fino a 150 euro.

Come funzionerà il sistema

Il mese di dicembre è infatti indicato come “fase sperimentale”. Il denaro sarà accreditato sul conto corrente a febbraio 2021. Per partecipare bisognerà essere maggiorenni, residenti in Italia, e scaricare l’App IO della pubblica amministrazione. O su eventuali altri sistemi messi a disposizione dagli operatori convenzionati con il sistema PagoPa. Occorrerà inoltre il proprio codice fiscale, gli estremi di una o più carte e l’Iban, perché i rimborsi arriveranno direttamente sul conto corrente. L’adesione sarà volontaria e in ogni momento ci si potrà cancellare (in questo caso però si perderanno i punti accumulati). Una volta iscritti alla piattaforma i pagamenti con carte e sistemi digitali saranno registrati per il calcolo del rimborso. Ma anche per partecipare al premio speciale per chi usa di più le carte.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button