News

Torna il Covid in Australia: 10 quartieri di Melbourne chiusi in quarantena

Il coronavirus in Australia non è ancora sconfitto. Lo Stato di Victoria ha reintrodotto il lockdown in 10 quartieri di Melbourne. Si è verificato negli ultimi giorni un aumento improvviso di casi di coronavirus. Lo riporta la Cnn. Le misure resteranno in vigore fino al 29 luglio, ha annunciato il premier Daniel Andrews.

“Uscire di casa solo per la spesa”

Nelle 10 zone colpite si potrà uscire solo per “fare la spesa, occuparsi di persone che hanno bisogno, fare sport, lavorare o studiare se non lo si può fare da casa”. Saranno limitati gli accessi a palestre, piscine e biblioteche, mentre caffè e ristoranti torneranno al solo servizio di take-away e delivery.

I complimenti all’Italia

Dall’ Organizzazione mondiale della sanità, intanto, giungono i complimenti all’Italia e alla Spagna. “A marzo, l’Italia e la Spagna erano l’epicentro della pandemia di Covid-19 – ha detto da Ginevra il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus -. Al culmine della loro epidemia, la Spagna registrava quasi 10.000 casi al giorno e l’Italia più di 6.500. Entrambi i paesi hanno riportato la situazione sotto controllo con una combinazione di leadership, umiltà, partecipazione attiva di ogni membro della società e un approccio globale. Entrambi i paesi hanno affrontato una situazione scoraggiante, ma l’hanno capovolta”.

“Mai troppo tardi per lottare”

“Una delle lezioni di questa pandemia è che, indipendentemente dalla situazione in cui si trova un paese, può essere cambiata. Non è mai troppo tardi. Tuttavia, siamo preoccupati per il fatto che alcuni paesi non abbiano utilizzato tutti gli strumenti a loro disposizione, adottando invece un approccio frammentato. Questi paesi hanno davanti a loro una strada lunga e difficile. Gli Stati che dispongono di sistemi per applicare un approccio globale dovrebbero essere in grado di contenere le riacutizzazioni a livello locale ed evitare di reintrodurre restrizioni diffuse”.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button