Primo piano

Coronavirus, picco di infezioni in Corea: Seul “chiude” di nuovo

La Corea del Sud ha reintrodotto le misure di blocco nell’area metropolitana di Seul. La clamorosa decisione delle autorità asiatiche arriva a seguito di un nuovo picco di infezioni da coronavirus.

Il Covid-19, dunque, non è ancora realmente sconfitto. Neppure in quello che era apparso a molti nel mondo uno dei Paesi modello. Per lotta al virus, cure, tracciamento tramite app, chiusure della quarantena ma senza le rigidità cinesi.

Adesso, almeno momentaneamente, la capitale “richiude”. L’area urbana della metropoli Seul ospita metà della popolazione di tutta la Corea del Sud. Musei, parchi e gallerie d’arte saranno chiusi di nuovo dal 29 maggio per due settimane. Le autorità hanno esortato le aziende a reintrodurre il lavoro flessibile. Ai residenti, riferisce il quotidiano inglese The Guardian, è stato anche consigliato di evitare incontri sociali o di andare in luoghi affollati, tra cui ristoranti e bar.

Seul, la megalopoli capitale della Corea del Sud: conta circa 10 milioni di abitanti

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button