CoronavirusPrimo piano

Coronavirus, lotta contro il tempo per fare il vaccino

“Le notizie sulla ricerca di un vaccino contro il coronavirus sono abbastanza positive”. Così Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria, l’associazione delle imprese che producono medicine. Le dichiarazione sono state rilasciate oggi 18 marzo ai microfoni della trasmissione L’Italia s’è desta su Radio Cusano Campus.

“Si lavora in tutto il mondo”

“Dobbiamo lavorare in due direzioni – ha affermato Scaccabarozzi -. La prima è quella della ricerca. Occorre trovare un vaccino e qui devo dire che le notizie sono abbastanza positive. Ad oggi ci sono 41 ‘candidati’ possibili a diventare vaccini. Poi bisognerà capire quanti di questi riusciranno ad arrivare fino in fondo. Sono provenienti da tutto il mondo, hanno iniziato appena la sequenza virale che è stata trovata in Cina”.

“Pronti ai test sull’uomo”

“Attualmente sui vaccini sono state fatte ricerche solo in vitro – ha sottolineato il presidente di Farmindustria -, ma in alcuni casi si è pronti a testarli sull’uomo. La seconda ricerca è quella delle cure, nuovi farmaci che possano essere attivi sulle persone già malate. Poi dobbiamo garantire ovviamente anche la salute di tutti i nostri operatori e di tutti gli ammalati delle altre patologie”.

“Restate a casa”

E gli approvvigionamenti che si devono garantire alle farmacie? “Al momento la situazione è sotto controllo, dipende da quanto durerà la situazione. Abbiamo scorte per 3 mesi, perché le abbiamo aumentate”. “Anche il mondo della comunicazione è molto cambiato, la comunicazione è rapidissima come le reazioni. Per quanto riguarda il Covid 19, bisogna rimanere a casa”.

“Attenti alle notizie false”

A proposito delle fake news sui medicinali anti Coronavirus, Scaccabarozzi ha dichiarato quanto segue. “Ci sono dei video che dicono addirittura che l’aspirina è attiva contro il virus. Purtroppo ci sono persone malvagie o che vogliono giocare con questi aspetti, quindi lancio un appello: fidatevi solo delle fonti ufficiali“.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button