Lifestyle

Il drago faraonico da 2 milioni e mezzo di swarovski per l’Imperial Casino Saipan

Un’opera faraonica da lasciare senza fiato. Un gioiello di design dalle dimensioni da Guiness. Un progetto unico di architettura che ha richiesto l’impiego di ben tre anni di realizzazione. Con una lunghezza di 60 metri e un peso di 40 tonnellate, questa scultura ricoperta di cristallo è la più grande installazione che LASVIT, l’azienda Ceca specializzata in lavorazione di vetro, abbia mai realizzato. Un gioiello maestoso e scenografico costruito per la hall dell’Imperial Casino Saipan. LASVIT ha interpretato questa scena mitologica sotto forma di maestoso gioiello che decora proprio la hall dell’Imperial Pacific Casino di Saipan, l’isola più estesa delle Marianne settentrionali. L’azienda mira così ad entrare nel Guinness dei primati. Il concept del progetto si deve alla creatività dello Studio di architettura americano DSAA.

Il drago, animale mitologico cinese

 

Il drago è un animale molto importante nella mitologia cinese. Può allontanare gli spiriti maligni ed è simbolo di saggezza, fortuna e potere. Spesso, nell’iconografia, i draghi vengono rappresentati mentre giocano con una perla fiammeggiante. Gli animali mistici sono simbolo di energia spirituale, prosperità e immortalità che, secondo la leggenda, gli permette di elevarsi al cielo. Così come il cristallo di Boemia nasce da quattro elementi: vento, fuoco, acqua e terra, il drago, nella mitologia cinese, incarna la simbiosi di questi quattro elementi e li lega in una nobile e magnifica creatura. Nella tradizione i draghi combinano le caratteristiche di vari animali. Troviamo quindi la testa di coccodrillo, gli occhi di coniglio, le corna di cervo, il collo di serpente, la pancia di rana, le zampe di tigre. Un drago acquisisce simbolicamente le caratteristiche di ciascuno di questi animali. I draghi hanno cinque dita per zampa e anche questo particolare segue una simbologia precisa. Il drago a cinque artigli doveva rappresentare l’Imperatore, mentre i draghi a quattro artigli e tre artigli simboleggiavano il popolo.

Il progetto di LASVIT

 

Grazie a LASVIT, il Casino Saipan ora ha due draghi degni dell’Imperatore. Simbolo di lusso, ma anche di profondo rispetto per la storia e la tradizione cinese. L’azienda ceca, specializzata nella lavorazione del vetro, ha realizzato due draghi in acciaio inossidabile, oro e cristalli. Ci sono voluti circa 2,5 milioni di cristalli per ricoprire completamente le squame sui due corpi, ognuno di essi illuminato con colori cangianti, dal verde al rosso, con ritmo quasi istantaneo. Il progetto, che è un vero prodigio di tecnologia, è stato realizzato grazie alla maestria artigianale sia nella lavorazione del vetro che dei metalli. LASVIT è un laboratorio creativo che riunisce talentuosi maestri vetrai, idee originali e un design audace. L’ azienda giovane e all’avanguardia è conosciuta in tutto il mondo per le sofisticate installazioni luminose custom-made così come per le collezioni di luci e di complementi in vetro soffiato dal design unico.

Le parole di Leon Jamiki, fondatore di LASVIT

 

“Con questa realizzazione, ci siamo avvicinati al limite di ciò che è tecnicamente e fisicamente possibile. Se da un lato, i maestri vetrai e i fabbri hanno contribuito fortemente al suo sviluppo grazie ad un know-how che è frutto di centinaia di anni di tradizione artigianale, dall’altro è da sottolineare quanto il loro lavoro sia stato sostenuto da un processo di progettazione ad alta tecnologia”.

Tre anni di lavoro per realizzare un progetto unico

 

Ben tre anni di lavoro: una partecipazione “corale” che ha coinvolto quasi tutti i dipartimenti di LASVIT, impegnando circa un centinaio di dipendenti dello stabilimento di Novy Bor, in Repubblica Ceca. L’installazione della grande scultura luminosa è stata molto impegnativa per una serie di motivi. Da un punto di vista prettamente strutturale si è dovuto tener conto della sua presenza durante la progettazione dell’edificio stesso, osservando il rigido protocollo antisismico che vige a Saipan. I draghi sono costituiti da una struttura a traliccio in acciaio inossidabile che ne costituisce lo scheletro e si snoda lungo la sua ossatura.

Milioni di cristalli illuminati

 

Per ricoprire interamente il corpo dei draghi sono stati realizzate 13.000 squame dalla struttura in acciaio inossidabile intessute di preziosi cristalli. Per l’intera realizzazione LASVIT ha impiegato circa 2 milioni e mezzo di cristalli Swarovski. Il risultato è una vera e propria struttura interattiva che rende il corpo del drago un vero e proprio schermo gigante. Ogni sorgente luminosa ha quattro cromie: rosso, verde, blu e bianco che possono essere controllate da remoto così come i livelli di intensità. Mentre i chip a LED illuminano il corpo, i faretti a LED illuminano le parti speciali, come la spina dorsale o la lingua di ciascun drago. La luce quindi “viaggia” attraverso il drago dalla testa alla coda dando vita ad uno spettacolo luminoso affascinante e sempre differente.

 

 

 

 

Elena Parmegiani

Moda & Style

Giornalista di moda e costume, organizzatrice di eventi e presentatrice. Consegue la Laurea Magistrale in Comunicazione Istituzionale e d’Impresa all’Università “La Sapienza” di Roma. Muove i primi passi lavorativi con gli eventi per il Ferrari Club Italia, associazione di possessori di vetture Ferrari. Da oltre quindici anni è il Direttore Eventi della Coffee House del prestigioso museo Palazzo Colonna a Roma; a cui di recente si è aggiunto quello di Direttore Eventi della Galleria del Cardinale Colonna. Ha organizzato e condotto molte sfilate di moda per i più importanti stilisti italiani. Come consulente è specializzata nella realizzazione sia di eventi aziendali, sia privati. Scrive di moda, bon ton (con una sua rubrica), arte e spettacolo. Esperta conoscitrice dei grandi nomi della moda italiana, delle nuove tendenze del Fashion e del Made in Italy. Cura anche la rubrica di Velvet dedicata al Wedding.

Back to top button