Storie e Personaggi

5 dolci da preparare senza forno: ricette buone e veloci per l’estate

Estate: tempo di sole, di vacanze e di caldo afoso. Ma è anche il periodo migliore per organizzare dei pranzi, cene o delle rimpatriate insieme ad amici e parenti. Certo, perché nei mesi estivi ci sono anche le ferie e possiamo riunirci con più facilità, anche con chi ci è di solito lontano. Però anche solo l’idea di dover accendere il forno per preparare qualcosa (salato o dolce che sia) ci sembra assurda. Le temperature sono sempre più alte e, in certe giornate, hanno superato anche i 40°. Cosa fare allora, in caso di una festa nel periodo estivo? Il salato ci offre molte possibilità ma, con il dolce, l’unica soluzione a prova di calura, sembra essere il gelato. Niente di più sbagliato: oggi vi mostreremo 5 soluzioni veloci, gustose e ad effetto, per salvare il vostro dessert estivo. E, soprattutto, senza bisogno di dover accendere il forno! Andiamo a vederle insieme.

1) CHEESECAKE

La cheesecake è davvero un grande classico, per accontentare il palato di grandi e piccini. Ed è anche un modo eccezionale di sbizzarrirvi con la creatività, dato che può essere preparata in mille modi diversi. Esistono due varianti per questo dolce, una con e una senza cottura. Ovviamente noi ci occuperemo del secondo tipo. Vi basterà, per prepararla, foderare una teglia sfoderabile (a cornice rotonda o rettangolare, o come vi pare). Poi dovrete sciogliere del burro con i biscotti sbriciolati, anche grossolanamente, fino ad ottenere un impasto polveroso, ma appiccicoso. Per i biscotti, potete utilizzarne di qualsiasi tipo, ma quelli di frolla ben soda sono sempre i migliori. Con il gusto, avete il via libera: vanno bene alla vaniglia, al cioccolato, al caffè, integrali o ai cereali.

Dopo aver fatto rassodare il composto, con il quale avete precedentemente ricoperto la teglia foderata, potete occuparvi di ciò che adagerete sul composto. Anche qui potete creare diverse combinazioni di gusto, partendo da una base di formaggio spalmabile (da cui cheese-cake). Va benissimo un formaggio tipo Philadelphia, mascarpone, ma anche la ricotta, che risulta certamente più digeribile. È bene mescolare il formaggio scelto alla panna, colla di pesce (o agar agar) e allo zucchero, con l’aggiunta di yogurt (facoltativo) e zucchero a velo. Una volta terminata questa operazione, avrete ottenuto una base da cui partire per aggiungere ciò che più vi piace. Limone, pesca o qualsiasi frutto di stagione, oppure cioccolato, pistacchio, Nutella. Insomma, potete arricchirla a vostro piacimento e, dopo aver fatto rassodare il tutto per almeno 5 ore in frigo, decorarla dando sfogo alla fantasia.

2) CROSTATE SENZA COTTURA

La crostata originale è quella composta da una base di pasta frolla, cotta in forno ed una farcitura. In questo caso, vi proponiamo una variante estiva della classica crostata, che però somiglia moltissimo alla cheesecake che vi abbiamo consigliato nel punto 1). La base è simile, composta da biscotti sbriciolati e burro. Invece, per la farcitura interna, potete scegliere qualsiasi ingrediente che di solito mettete all’interno della crostata: crema, Nutella, marmellata. L’importante è lasciare il dolce un’ora nel congelatore e le ore restanti, prima di consumarlo, all’interno del frigorifero. Un’idea geniale, veloce e di gusto, non trovate?

3) SEMIFREDDI

Anche il semifreddo è un dolce che certamente riuscirà a salvare il dessert nelle giornate più calde. Così come per la cheesecake, questo dolce ha una base di formaggio spalmabile, che però viene mescolata ai tuorli d’uovo, la panna e lo zucchero. Infatti, non risulterà morbido come una crema, ma sodo quasi come un budino, se conservato correttamente nel frigorifero. L’unico procedimento da fare, prima di inserirlo in freddo, è quello di pastorizzare le uova, per evitare di incorrere in spiacevoli sorprese, a causa del caldo. Sapete che, se non fresche di giornata e non controllate, le uova possono contenere un batterio responsabile di una brutta intossicazione? Quindi cerchiamo di essere molto attenti. Dopo aver creato la base per il semifreddo possiamo arricchirlo o guarnirlo a piacimento. Due varianti che vi consigliamo sono del semifreddo al caffè e al cioccolato.

4) DOLCI AL CUCCHIAIO

Un’altra soluzione veloce e “fresca” per l’estate sono i dolci al cucchiaio. È una soluzione intelligente se si ha pochissimo tempo e nemmeno tanto estro nel servire il dolce in modo coreografico. Zero fantasia? Bene, perché qui non ne serve. Vi basta creare una base, partendo dalla panna montata, alla quale potete aggiungere cioccolato, frutta, sciroppi, frutta secca o scaglie di biscotto. E riporre il composto all’interno di una piccola terrina, di un bicchiere o un vasetto monoporzione. Per una chicca finale, potete anche aggiungere un savoiardo, una lingua di gatto o qualsiasi altro biscotto che possa accompagnarne l’assaggio. Ovviamente, questo tipo di dolce va mangiato con il cucchiaio o cucchiaino. Se avete ancora meno tempo, potete optare per un classico budino, che potete trovare al supermercato, a cui dovrete aggiungere solo il latte. Alla fine, una volta lasciato in frigo per diverse ore, potete aggiungere un topping che più vi piace.

5) DOLCI FINGER-FOOD

Cosa sono i dolci finger-food? Sono la migliore idea nel caso in cui dobbiate allestire un vero e proprio buffet di dolcetti. Questi sono piccolissimi e si chiamano così perché, appunto, si possono prendere con le mani. E anche mangiare in un sol boccone (o quasi). Tra le idee più veloci ed estive potete creare dei cioccolatini, di diversi gusti, sciogliendo a bagnomaria il cioccolato, per rivestire la frutta o la frutta secca. Oppure creando dei tartufini niente male, con la ricotta e il cioccolato con l’aggiunta di frutta. O utilizzare frammenti di biscotti per creare delle palline da condire come più vi piace. Un’altra idea, che abbiamo preso in prestito dalle ricette della nonna, è quella del salame dolce. Basterà creare una pasta di cioccolato, mandorle, nocciole tritate grossolanamente, biscotti secchi, uova e rum. Dopo aver creato il composto, dovrete dargli la forma tipica del salame e farlo rassettare nel congelatore per un’intera notte. Per servirlo, basterà tagliarlo in fettine, proprio come il classico insaccato.

Back to top button