Healthy & Beauty

Dormire con l’aria condizionata accesa fa male? Ecco tutti i consigli

In quanti dormono la notte tenendo l’aria condizionata accesa? E quanto è dannosa come abitudine? Tutti i consigli per tutelare la salute anche al fresco.

Condizionatore acceso anche la notte? Ecco quando fa male

Molte persone non sopportano minimamente il caldo dell’estate e il sudore eccessivo li porta a non prendere sonno per tutta la notte. Ma quando le giornate si fanno più torride, anche i meno sensibili alle alte temperature ricorrono a una semplice soluzione: accendere l’aria condizionata.

L’aria condizionata, dunque, è per molte persone una vera e propria ancora di salvezza, che permette loro di riposare in modo tranquillo e al fresco. Ma tenere il condizionatore acceso per tutta la notte non è una pratica salutare.

Chi ha provato a farlo per qualche volta, sia in modo intenzionale e sia perché l’ha dimenticato acceso, si sarà ritrovato con mal di testa e dolori articolari. Questo in modo particolare se l’aria condizionata era impostata ad una temperatura un po’ “glaciale”. Vediamo allora come fare ad evitare gli effetti collaterali.

Aria condizionata: come evitare gli effetti collaterali e dormire al fresco

Per alcuni non è possibile chiudere occhio senza l’aiuto dell’aria condizionata, ma a lungo andare questa abitudine può provocare seri danni alla salute, colpendo il sistema respiratorio. Seguire alcuni accorgimenti, però, può aiutare a conciliare il fresco e la salute. Ecco allora come fare.

Innanzitutto, bisogna impostare la giusta temperatura, cercando di non inserire una temperatura che sia di molto più bassa di quella reale (non più di 7 gradi di differenza). Fatto ciò, c’è da scegliere dove direzionare l’aria, evitando di far finire il getto direttamente sul corpo o, peggio ancora, sul viso. Preferibilmente bisogna cercare di indirizzarlo in alto o nel senso opposto.

Se ci si addormenta dimenticando di spegnere l’aria condizionata allora si può provare ad impostare un timer, in modo che non rimanga accesa per tutta la notte. Tenerla, infatti, accesa mentre si dorme non è molto salutare, anche per il fatto che durante il sonno la temperatura corporea si abbassa per natura.

Un altro accorgimento molto importante per la salute, soprattutto del sistema respiratorio, è quello di pulire con regolarità i filtri. Qui, infatti, si possono annidare batteri che tramite l’aria hanno la possibilità di entrare in circolo, provocando anche gravi infezioni, come la legionellosi.

LEGGI ANCHE: Acconciature estate 2019, 5 modi perfetti per indossare il foulard

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button