Salute e Benessere

Erbe e infusi a freddo: Ideali per l’estate

Fa troppo caldo per sorseggiare una tisana?

La nostra voglia di una bevanda dissetante aumenta e per alcuni diminuisce sicuramente la voglia di preparare un tè caldo, nonostante nei paesi più caldi dei nostri si continui a bere bevande calde, la soluzione quindi sono tè e tisane fredde.

Apporto di sali minerali

Le tisane a freddo ci possono infatti dare una grosso apporto di minerali, vitamine, antiossidanti, in questa stagione dove notoriamente ne perdiamo in abbondanza, soprattutto sali minerali.

Le tisane estive naturali fanno bene a tutti e aiutano rispetto alle bevande gassate e dolci che dilatano lo stomaco e disturbano i normali processi digestivi, oltre che aumentare il senso di sete. Esistono diversi tipi di tisane fredde e dall’azione detox che danno gusto in estate. Si tratta di infusi che aiutano i processi depurativi e sono una toccasana per la salute del fegato e per la digestione.

Come prepararle

C’è un unico accorgimento da tenere presente: le tisane, anche se consumate fredde, vanno preparate correttamente, al fine di mantenere le proprie proprietà drenanti, rilassanti, digestive ecc. In realtà la preparazione delle tisane estive segue un procedimento analogo a quelle tradizionalmente invernali. La pianta prescelta o la miscela di erbe vengono messe in infusione o decozione, e successivamente filtrate e dolcificate a piacere con miele o zucchero di canna. È bene tenere presente che la temperatura fredda è in grado di esaltare il gusto della tisana, rendendola talvolta un po’ più amarognola o pungente, quindi meno gradevole per chi non ama i sapori “al naturale”. Bottiglie e contenitori in vetro sono i più indicati alla conservazione in frigo, perché non influenzano in alcun modo il suo gusto.

Per tutti i gusti

Disintossicanti, sgonfianti, depurative, calmante, ce n’è davvero per tutti i gusti. Il modo migliore per godere appieno delle proprietà benefiche delle erbe è preparare delle tisane con il metodo dell’infusione, a partire da semi o foglie, magari provenienti dal proprio orto. Leggermente zuccherate e conservate in frigorifero, le tisane ottenute saranno ottime bevande dissetanti e salutari alternative alle classiche bibite.

Anice e finocchio

Anice e finocchio sono molto indicati per il sistema digestivo: diuretici, lenitivi, contrastano il gonfiore addominale che può verificarsi dopo un pasto non proprio light. L’anice ha anche importanti proprietà calmanti: questa pianta viene spesso utilizzata per la cura del mal di testa ed è piuttosto indicata per chi soffre di emicranie o senso di pesantezza. Il finocchio inoltre è ricco di fitoestrogeni e di fibre, insolubili, che ostacolano l’ accumulo di tossine, e solubili, che rallentano l’assorbimento dei grassi e degli zuccheri. Per realizzare un infuso home made a partire da questi semi, scalda l’acqua fino quasi al punto di ebollizione, aggiungi un cucchiaino di Semi di Anice la stessa quantità di Semi di Finocchio, lascia riposare il tutto per quindici minuti, possibilmente con un coperchio. Filtra con un colino dalla maglia sottile. Il risultato è una bevanda davvero detox, da lasciare raffreddare in frigorifero e bere durante il giorno.

Semi di lino e di cumino

I semi di lino, che hanno un basso contenuto di zuccheri e sodio e ma sono fonte di proteine, calcio, ferro e zinco, contengono un buon apporto di fibre e acidi grassi essenziali, aiutano a prevenire problemi cardiovascolari e mantengono alte le difese immunitarie: puoi provare una tisana a base di semi di lino, che si ottiene mettendo in un bicchiere d’acqua un cucchiaio di semi e lasciando in infusione per una notte intera. Anche i semi di cumino sono molto utilizzati nella preparazione di infusi, molto efficaci se consumati dopo i pasti, perché il cumino possiede un buon potere digestivo e favorisce l’assimilazione degli elementi nutritivi: prova a far bollire 3 cucchiaini di semi in 1 litro d’acqua, lasciare in infusione, filtrare e far raffreddare in frigorifero.

Stimolare il metabolismo

Il guaranà, lo zenzero e il ginseng sono in grado di stimolare il metabolismo basale e conseguentemente combattere il processo di ingrassamento. Le tisane che si ottengono da queste piante sono ottime anche per contrastare gli inestetismi delle zone critiche di addome e glutei, quindi perfette per prepararsi alla prova costume e superarla in splendida forma! Anche il fucus, ha una considerevole proprietà sciogli grasso. Chi volesse unire questa azione ad una più depurativa può puntare ad un mix di carciofo, asparagi e cardi.

Infuso al Karkadè

L’infuso di karkadè è buono sia caldo che freddo. Questa bevanda ha un gusto leggermente acidulo. Talvolta viene dolcificata con il miele. In alcuni casi potreste trovare in vendita del karkadè aromatizzato, ad esempio agli agrumi, alla cannella o alla vaniglia. Per gustare il karkadè come bevanda fredda, potrete lasciarlo intiepidire a temperatura ambiente e poi trasferirlo in una caraffa a cui aggiungere dei cubetti di ghiaccio e, se volete, un po’ di succo di limone. Si possono trovare in vendita anche delle tisane miste in cui i fiori di ibisco sono abbinati alla malva, alla camomilla, alla rosa canina o ad altre piante officinali.

Back to top button