Glamour & GossipPrimo piano

Vuoi lavorare per la Royal Family? Ecco le posizioni aperte a Buckingham Palace

Il sito internet The Royal Household ha aperto delle nuove posizioni per lavorare per la Regina Elisabetta e la Royal Family: le domande d’ammissione possono essere inviate ancora per pochi giorni. Ecco tutti gli annunci di lavoro a Buckingham Palace, al Castello di Windsor e all’Holyroodhouse Palace (cioè la residenza in Scozia dei sovrani inglesi)…

Vi piacerebbe lavorare al servizio della Royal Family? Il sito internet The Royal Household ha aperto recentemente nuove posizioni lavorative disponibili, per le quali è possibile inviare la propria domanda d’ammissione ancora per pochi giorni.

Alcune di queste riguardano lavori da svolgere direttamente a Buckingham Palace: si va dall’Head of Security Liaison (per la sicurezza di Buckingham Palace) al Documentation Assistant (con il compito di archiviare e catalogare reperti storici), passando per il Visitor Services Manager (si occupa della gestione dei visitatori), l’Auditor (il revisore dei conti) e il Ticketing and Sales Assistant Manager (con il compito di gestire le vendite dei biglietti). Ma quanto prende un dipendente della Famiglia Reale? Per il primo dei lavori sopracitati la paga è di circa 55-60mila sterline all’anno, mentre per il Documentation Assistant è di 21mila sterline annui. Il Visitor Services Manager della Royal Family guadagna 30-35mila sterline in un anno, così come l’Auditor, mentre per la posizione di Ticketing and Sales Assistant Manager è previsto uno stipendio di 23-26mila euro annui.

Sul sito The Royal Household sono presenti altri annunci di lavoro ‘esterni’ a Buckingham Palace, ma sempre al servizio della Regina Elisabetta e della Famiglia Reale. Sono quelli per diventare Senior Conservation and Display Technician al Castello di Windsor, Retail Assistant sempre al Windor Castle e Assistant Curator all’Holyroodhouse Palace (cioè la residenza in Scozia dei sovrani inglesi).

LEGGI ANCHE: BABY GEORGE FESTEGGERÀ IL SUO QUINTO COMPLEANNO IN UN MODO SPECIALE

Photo credits: Facebook

Back to top button