Primo pianoShowbiz

Attore di “Beautiful” accusato di violenze domestiche: ecco di chi si tratta

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, l’attore americano Daniel Joseph McVicar, il “Clarke Garrison” di Beautiful è stato accusato di violenze domestiche ed è atteso al tribunale di Torino per un’udienza il prossimo 25 maggio.

Periodo poco sereno per Daniel joseph McVicar, l’attore americano noto per aver interpretato per moltissimo tempo Clarke Garrison in Beautiful, il noto telefilm statunitense. McVicar è stato accusato infatti di violenze domestiche dalla sua seconda ex moglie, l’insegnate di pattinaggio artistico Virginia De Agostini. I due infatti si erano conosciuti in occasione della trasmissione televisiva di Milly Carlucci Notti sul Ghiaccio, dove Daniel partecipò come concorrente, mentre lei in veste di insegnate. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, l’attore dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate e violazione degli obblighi di assistenza familiare, e lo farà il prossimo 25 maggio davanti al Tribunale di Torino.

Stando ai racconti della moglie, questi maltrattamenti sarebbero iniziati nell’estate del 2012, appena dopo la nascita del loro figlio. A causarli sarebbe stata l’eccessiva gelosia da parte di McVicar, il quale, sempre secondo l’accusa, era solito controllare sempre gli spostamenti e le telefonate della moglie. La loro relazione è terminata nel settembre del 2014 ed è durata poco più di tre anni. I due si erano sposati nel giugno del 2011 dopo che lui aveva partecipato ad una edizione de L’Isola dei Famosi.

Nonostante la separazione, però, l’attore avrebbe continuato a tormentare l’ex moglie attraverso telefonate, mail e messaggi, fino all’aggressione avvenuta nell’aprile del 2017 sotto casa di lei, quando Daniel cercò di strapparle il figlio dalle braccia. Per Daniel Virginia è stata la seconda moglie, prima di lei è stato sposato con una donna americana dalla quale ha avuto due figli. Uno di questi purtroppo è venuto a mancare in un tragico incidente stradale, quando Daniel ormai si era trasferito in Italia.

Photo credits Facebook

 

 

Back to top button