Primo pianoRoyal Life

Massoneria e reali inglesi: il legame con la società segreta

La monarchia britannica ha un rapporto speciale con l'ambiente massonico

I reali inglesi sono protagonisti indiscussi dell’idea di monarchia nel mondo. Spesso la Royal Family fa anche rima con i misteri e con i maggiori poteri. Ma pare che anche la società segreta più famosa al mondo, quella della Massoneria, abbia uno stretto legame con la casata dei Windsor. Come riportano alcune fonti britanniche, infatti, pare che molti membri della Famiglia Reale siano stati massoni. Ma solo due membri attualmente sono noti per far parte della società ufficialmente.

Secondo alcune fonti tra questi membri non c’è mai stata la regina Elisabetta. La sovrana, infatti, non avrebbe mai preso parte a questa società segreta. A spiegarne il motivo in un’intervista a Il Giornale d’Italia è stato il Gran Maestro Giuliano Di Bernardo che ha spiegato che la Gran Loggia Unita d’Inghilterra non ammette la presenza di donne, né al comando, né come parte del gruppo. Per questo motivo ad oggi è il duca di Kent a rivestire il ruolo di Gran Maestro della Gran Loggia Unita d’Inghilterra da più di 55 anni.

Ansa – I reali inglesi nutrono forti legami con la Massoneria

Il duca di Kent è uno dei cugini della regina Elisabetta e il ruolo di cui è investito fa di lui il massone più anziano nell’ordine gerarchico. La sua appartenenza alla Massoneria non è un segreto. Nel 2017, ad esempio, ha preso parte ad oltre venti impegni pubblici collegati al questa società, secondo quanto riportato dalle notizie ufficiali della Circolare di Corte. Ma chi sono gli altri reali inglesi che appartengono alla Massoneria?

Reali inglesi: qual è il loro ruolo nel futuro della Massoneria?

Al momento sono due i reali inglesi che fanno parte della Massoneria. Il fratello del duca di Kent, il Principe Michael di Kent, è anch’egli massone. Nella gerarchia della società riveste il ruolo di Gran Maestro della Gran Loggia di Mark Master Masons, e Gran Maestro Provinciale della Gran Loggia Provinciale del Middlesex. Anche il principe Filippo avrebbe fatto parte delle logge massoniche, entrando a farne parte a partire dall’anno in cui la regina Elisabetta è salita al trono. In passato ben cinque sovrani inglesi ne hanno fatto parte, guidando la società ai vertici del potere. Tra questi ricordiamo Giorgio VI, che fu Gran Maestro della Gran Loggia di Scozia tra il 1936 e il 1937. Edoardo VII, invece, fu Gran Maestro della Gran Loggia Unita d’Inghilterra dal 1874 al 1901.

I reali inglesi e la massoneria
Ansa – Il duca di Kent, cugino della regina Elisabetta, è Gran Maestro della Gran Loggia Unita d’Inghilterra da più di 55 anni

Appare ovvio che intercorre uno stretto legame tra i reali inglesi e la Massoneria. Ma il lunghissimo regno della regina Elisabetta sembra averne indebolito il vincolo. Di Bernardo, infatti, ha spiegato che il fatto che la regina fosse donna ha impedito che il sovrano potesse assumere la carica più alta. Oggi il futuro della società segreta, i cui membri si giurano eterna fedeltà e fratellanza, sembra in bilico dal momento che Carlo III non sembra intenzionato a farne parte. Parlando di una “decadenza”, infatti, ha affermato: “Essendo donna, ha precluso la possibilità che il Gran Maestro potesse essere il re. Come conseguenza di ciò, è si è dovuto cercare all’interno dell’aristocrazia il nobile più vicino alla Corona. La scelta è caduta sul Duca di Kent (…). Nel 1992 espresse il desiderio di essere sostituito nel rango di Gran Maestro. Ma ancora oggi la sua sostituzione non è ancora avvenuta. I vertici inglesi sperano che, dopo il rifiuto categorico di Carlo (oggi Carlo III), uno dei suoi figli diventi Gran Maestro“.

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button