Primo pianoRoyal Life

William prende in mano l’incoronazione di Carlo

Il principe di Galles si occuperà di aspetti cruciali dell'evento

I piani per l’incoronazione di re Carlo, prevista per il prossimo 6 maggio 2023 all’Abbazia di Westminster a Londra, sono ben avviati. Si prevede che la cerimonia sarà più breve e di portata più piccola di quella di sua madre la regina Elisabetta. Ma il nuovo re ha scelto di seguire un’altra tradizione, coinvolgendo attivamente il principe William nell’organizzazione.

Gli appassionati di faccende royal, infatti, ricorderanno il ruolo fondamentale del principe Filippo nella pianificazione della cerimonia di incoronazione per sua moglie, la regina Elisabetta. Tra il 1952 ed il 1953, infatti, fu proprio il duca di Edimburgo a prendere in mano l’evento, apportando importantissime modifiche.

ANSA

Ma a fare lo stesso per Carlo non sarà la moglie Camilla, che in quell’occasione riceverà la corona di regina consorte. Settant’anni dopo l’ultima incoronazione, infatti, sarà il principe di Galles, il figlio maggiore di Carlo, William, ad assistere il Sovrano in una veste simile. E, stando alle notizie riportate dai media britannici, pare che abbia grandi progetti in merito.

Il ruolo speciale di William nell’incoronazione di re Carlo

Il principe William condivide in parte la visione della monarchia del padre Carlo, ma lo aiuterà e lo supporterà in tutto, ad iniziare dall’incoronazione. Il Mirror, infatti, ha riportato che il principe di Galles sarebbe particolarmente desideroso che la cerimonia eviti qualsiasi elemento “arcaico, feudale o imperiale” e rappresenti una Gran Bretagna moderna. L’intento è quello di rispecchiare in una chiave nuova la società inglese, il mondo del Commonwealth e della Gran Bretagna tutta.

ANSA

Il noto tabloid, riferisce che “il processo di pianificazione rappresenterà la prima volta in cui un erede svolge un ruolo attivo in un’incoronazione da tre generazioni“. Carlo, infatti, era presente all’incoronazione della regina Elisabetta, ma di certo non era coinvolto nella sua pianificazione. Dopotutto ai tempi aveva solamente quattro anni. La stessa cosa era accaduta in occasione dell’ascesa al trono di re Giorgio VI, che ricevette la corona quando l’allora principessa Elisabetta aveva undici anni.

ANSA

Buckingham Palace non ha ancora condiviso ufficialmente i nomi dei membri del comitato per l’incoronazione. Ma il nome del principe William sembra essere a capo della lista. L’erede al trono sta anche riflettendo sulla propria modalità di partecipazione all’evento. La cerimonia, infatti, seppure in forma breve, dovrà rispecchiare moltissimi temi e sottolineare la priorità di alcuni membri della Famiglia Reale. Il tutto, però, dovrà avvenire nell’ottica di una organizzazione dell’evento più snella e moderna. Ad occuparsi di far sposare tradizione e modernità sarà proprio William, a cui re Carlo sembra aver dato tutta la propria fiducia.

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button