MusicaPrimo piano

Mahmood: musica e cinema di fondono nel docu/film ritratto di Giorgio Testi

Il cantante racconta il cantante e il lato più privato di Alessandro

Mahmood raggiunge l’Auditorium Parco della Musica della 17esima edizione della Festa del Cinema di Roma per presentare il docu/film ritratto diretto da Giorgio Testi. Una pellicola che traccia la linea di confine tra il passato ed il presente di un artista che si è raccontato senza filtri.

Mahmood espone se stesso e quello che non ha mai raccontato, se non attraverso le note musicali, nel docu/film ritratto diretto da Giorgio Testi. All’auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, nella cornice che richiama la manifestazione cinematografica della Capitale, Mahmood porta in scena il racconto di se stesso viaggiando sul filo conduttore del tour italiano ed europeo del cantante. Dal Bataclan di Parigi allo O2 Shepherd’s Bush Empire di Londra o la Sala but di Madrid, passando per l’Alcatraz a Milano o l’Eurovision. Sguardi, utilizzando anche l’animazione 2d. Immancabili nel docu/film il ritratto e i filmini di famiglia, a cui aggiungere le testimonianze di amici, famigliari e colleghi: da Carmen Consoli a Blanco e Dardust. La narrazione segue il percorso umano e artistico di Alessandro Mahmoud, per noi tutti Mahmood.

Mahmood
Photo Credits: Teresa Comberiati

Il docu/film ritratto Mahmood rientra nelle proiezioni speciali di Alice nella Città, i cui minuti, 90′ per l’esattezza raccontano la vita e l’ascesa al successo, raccontati in prima persona dal cantante. Come abbiamo già anticipato, è una storia che si muove tra Milano e l’Egitto, quest’ultimo, un posto che ricorda i viaggi della sua infanzia, origini, che mantengono salde le sue radici, ma che al contempo si fondono con quel posto che lo ha visto crescere, fin da quando si chiudeva nello stanzino della casa creando mondi fantastici e paralleli. Viaggi mentali incredibili nei quali si custodivano i suoi sogni.

Mahmood: “E’ stato terapeutico”

Arrivato primo a Sanremo per ben due volte, Mahmood ha oltrepassato il confine con performance che gli ha permesso di fare un tour e conquistare la fama a cui ogni artista ambisce. Non è stato affatto semplice raggiungere la vetta più alta e fare i conti con un passato altrettanto non facile. Ed è proprio sulla pellicola di Testi che l’artista ne racconta “il bianco ed il nero” di una storia che riguarda un po’ tutti quelli che amano sognare e sentirsi incoraggiati per un obiettivo che si tenta di raggiungere.

Mahmood
Photo Credits: Teresa Comberiati

“Quando decidi di fare un docufilm sulla tua vita e sul tuo percorso devi essere sincero e raccontare anche cose un po’ più scomode, come ho fatto rispetto al rapporto con mio padre – spiega Mahmood durante la conferenza stampaSi è rivelato un viaggio molto utile anche per me. Io a volte per non pensare ai miei problemi cerco di offuscare i ricordi del passato. Il documentario in questo senso è stato terapeutico, mi ha aiutato a mettere dei puntini su certi momenti. Certo – commenta il cantante sorridendo – ora li conoscono pure gli altri”.

Mahmood
Photo Credits: Teresa Comberiati

Fragilità, delusioni professionali (come l’eliminazione a X Factor nel 2012), momenti difficili, anche recenti, come la sua casa andata distrutta nell’incendio della Torre dei Moro a Milano nel 2021 si allacciano a quelle occasioni che Mahmood ha avuto per ricominciare ed il filo conduttore che lega la vita artistica con quella privata è Anna, ovvero la mamma che vive ad Orosei. Punto fermo della sua vita.

Teresa Comberiati

Spettacolo, Tv & Cronaca Rosa

Calabrese, a vent’anni si trasferisce a Roma dove attualmente vive. Amante della fotografia quanto della scrittura, negli anni ha lavorato nel campo della comunicazione collaborando con diverse testate locali in qualità di fotografa e articolista durante la 71ª e 75ª Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica. Ha già scritto il suo primo romanzo intitolato Il muscolo dell’anima. Colonna portante del blog di VelvetMAG dedicato alla cronaca rosa e alle celebrities www.velvetgossip.it, di cui redige ogni mese la Rassegna Gossip.

Back to top button