Primo pianoRoyal LifeUltima Ora

Goodbye… to the only Queen: è morta la Regina Elisabetta

La Sovrana britannica si è spenta all'età di 96 anni dopo 70 anni di regno

La regina Elisabetta si è spenta all’età di 96 anni. Questa sera alle 19.32 è arrivata la bandiera a mezz’asta su Buckingam Palace. È sopravvissuta a 12 presidenti degli Stati Uniti. È stata sinonimo di stabilità e ordine e ha condizionato una vera e propria era. Il Regno Unito precipita nel lutto dopo le notizie preoccupanti che avevano preparato il terreno nelle scorse ore. Adesso ci si aspetta che siano messi in atto tutti i protocolli previsti per la morte della Sovrana, mentre si attendono notizie sui funerali.

Il regno della regina Elisabetta tramonta oggi dopo ben 70 anni di governo, celebrati quest’anno con i magnifici festeggiamenti del Giubileo di Platino. Come sempre accade in questi casi, il regno di Carlo si apre con il lutto nel cuore degli inglesi, che piangono la loro amata Sovrana.

Ansa

Il comunicato di Buckingham Palace – diffuso ad ora di pranzo – in cui si parlava di una situazione preoccupante per le condizioni di salute della Sovrana aveva già preparato il terreno alla più triste delle notizie. Non a caso la BBC aveva sospeso tutte le trasmissioni per dedicarsi totalmente a seguire gli aggiornamenti dal castello di Balmoral.

La regina Elisabetta è morta: come è cominciato il piano London Bridge is Down

Come previsto da protocollo reale, esiste già da molto tempo un piano da mettere in atto in occasione della morte della regina Elisabetta. Non tutto viene rivelato pubblicamente, ma è possibile immaginare anche cosa sia accaduto a porte chiuse. Come prevista dal protocollo, e dal piano London Bridge is Down, dal momento in cui la Sovrana ha emesso l’ultimo respiro, qualcuno le ha chiuso gli occhi rendendo Carlo re. A questo punto i suoi fratelli gli avranno baciato le mani in segno di rispetto e ubbidienza. Il primo funzionario a occuparsi della notizia è stato Sir Christopher Geidt, il segretario privato della Regina.

Ansa

Subito dopo il segretario, come previsto, ha avvisato il Primo Ministro Liz Truss. Solo qualche giorno fa la regina Elisabetta aveva invitato la Truss a Balmoral per assegnarle la formazione del governo nel suo nome. In seguito la notizia è passata al Global Response Center del Foreign Office, situato in una località segreta della capitale, che l’ha passata in via ufficiale ai 15 governi al di fuori del Regno Unito, dove la regina era Capo di stato, e alle altre 36 nazioni del Commonwealth.

Ansa

Solo dopo che la notizia è arrivata in tutto il mondo il lacchè ha fatto la sua apparizione per comunicare al mondo intero la morte della Sovrana. Si attendono aggiornamenti per ciò che riguarda i funerali della Sovrana. Intanto la Famiglia Reale al completo è già sul posto, stretta nel dolore in privato. Si prevede un ritorno della salma a Buckingham Palace dove verrà allestita la camera ardente e la tradizionale veglia funebre. Ad occuparsi dei funerali dovrebbe essere il duca di Norfolk. La famiglia dei duchi di Norfolk, infatti, si prende tradizionalmente cura delle esequie dei Sovrani dal 1600.

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button