NewsPrimo piano

Meteo, fine settimana ancora estivo ma l’Italia è divisa in due

Al Sud sole e caldo da andare al mare; al Nord piogge e temporali segneranno la fine dell'estate

Sarà all’insegna dell’instabilità il meteo del primo fine settimana di settembre. L’Italia resterà divisa in due, fra piogge a calura.

Da un lato l’arrivo di un fronte perturbato darà un duro colpo all’estate su buona parte del Centro-Nord, spiega ilmeteo.it, provocando frequenti piogge e temporali non solo sabato 3, ma anche domenica 4 settembre. Dall’altro il Sud e le Isole maggiori saranno protetti da uno scudo anticiclonico in progressivo avanzamento. Ciò significa che avranno assicurati sole e caldo su quasi tutte le regioni meridionali. La causa è da ricercare nella presenza di una profonda e vasta area meteo depressionaria tra le Isole Britanniche e l’Islanda che piloterà correnti fortemente instabili fin verso il nostro Paese.

Con i dati attuali a maggiore rischio saranno, già da sabato 3 settembre, le regioni del Centro-Nord. Attenzione perché in un contesto di questo tipo potrebbero verificarsi temporali di forte intensità, anche accompagnati da grandine a causa della tanta energia in gioco. I nostri mari sono ancora molto caldi, infatti. E dunque gli intensi contrasti tra masse d’aria diverse saranno ancora frequenti. Detto questo, le precipitazioni potrebbero naturalmente alternarsi a pause più asciutte e soleggiate. D’altronde, spiega ancora ilmeteo.it, pur trattandosi di una perturbazione più organizzata, con caratteristiche simil-autunnali, ci troviamo comunque in un contesto prettamente estivo e dunque caratterizzato da un elevato livello di dinamicità.

Meteo in evoluzione

Anche la giornata di domenica 4 sarà insidiosa sul piano del meteo. Rischieranno soprattutto il Centro (attenzione alle aree costiere del Lazio) e in maniera più localizzata le zone interne del Sud. Lì avremo ancora la possibilità di frequenti rovesci, prima di un generale miglioramento atteso peraltro non prima del pomeriggio. L’altra notizia rilevante riguarda le temperature, destinate a mantenersi nel corso del weekend ben sotto la media climatica (sabato), in particolare al Nord.

Con valori che difficilmente supereranno i 23-24 gradi, anche di giorno. Discorso meteo quasi opposto, invece, per il Sud e le due Isole maggiori, dove tra sabato 3 e domenica 4 avremo non solo il dominio del sole. E pure valori termici quanto meno intorno ai 33-34 gradi. Con picchi anche più elevati, grazie sia ai venti caldi dai quadranti meridionali, sia a una rimonta dell’anticiclone africano.

Caldo dal 5 settembre

Da domenica, poi, le correnti calde algerine investiranno l’Italia ad iniziare dal Sud per poi estendersi a tutta la Penisola durante la prossima settimana. Dal 5 settembre torna l’estate: sono attesi picchi di 37-39 gradi in Sicilia, 35 gradi anche nel resto del Sud e 33-34 gradi al Centro. Anche al Nord le temperature torneranno a salire, ma ormai le ore di luce sono diminuite ed il riscaldamento diurno risulterà più contenuto.

Foto Twitter @Monica09058845

 

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button