NewsPrimo pianoSport

Sport, Tamberi campione d’Europa e … , Sinner si ferma agli ottavi

Gimbo salta 2,30 e stupisce romanticamente l'Olympiastadion di Monaco

Un campione europeo innamorato: lui l’istrionico Gianmarco Tamberi. Già campione olimpico che riscatta la prova mondiale saltando sul gradino più alto del podio continentale. Nella notte italiana brutta sconfitta di Jannik Sinner nel Mille di Cincinnati, sconfitto al terzo con un set e un break di vantaggio.

Gimbo a distanza replica le gesta di Marcell Jacobs laureandosi campione d’Europa a Monaco di Baviera. Come il ‘gemello’ velocista di Tokio riscatta la delusione mondiale di Eugene. Tamberi salta fino a 2,30 poi con la medaglia d’oro in tasca tenta, senza riuscirci, anche i 2,32 e 2,33. Ma lo show non si ferma in pedana; e ve lo spieghiamo più giù in questo stesso pezzo tornando sulla gara del saltatore.

Da sinistra: @Ansa – EPA/RONALD WITTEK e EPA/ANDRE PICHETTE

Continuano le delusioni per il tennis azzurro nei tornei sul cemento americano in preparazione dell’ultimo major dell’anno: dopo l’eliminazione di Berrettini al primo turno ad opera di Tiafoe, Jannik Sinner butta alle ortiche una partita con un set e un break di vantaggio fallendo ben due match point.

Il doppio salto di Gianmarco Tamberi tra oro e romanticismo

Non è solo la seconda medaglia d’oro agli Europei di Monaco di Baviera quella di Gianmarco Tamberi: è come sempre quando salta lui, uno show nello show. “Chiamata” dallo stesso traguardo raggiunto due giorni fa da Marcell Jacobs che vincendo in 9″95 aveva riportato all’Italia un podio nei 100 agli Europei a quarant’anni dall’argento di Pierfrancesco Pavoni (Atene 1982). Per Gimbo è il secondo oro continentale dopo quello di Amsterdam 2016. Unico a saltare quota 2,30 stacca di tre centimetri sia il tedesco Tobias Potye che l’ucraino Andriy Protsenko. Eliminato a 2,18 l’altro italiano, Marco Fassinotti.
Esplode la gioia e la romanticissima dedica alla futura moglie Chiara con tanto di video postato sui social e il gesto dell’anello: «È la donna della mia vita e mi dà la forza di andare avanti».

Photo Credits @Teresa Comberiati per VelvetMAG

Dalla gioia europea allo schianto di Sinner a Cincinnati

Forse solo l’aggettivo schiantato può rendere quanto accaduto a Jannik Sinner nella notte italiana negli ottavi di finale del Mille a Cincinnati. Non per la sconfitta che rientra nelle due opzioni possibili alla fine di una partita di tennis, ma per come è maturata al terzo set contro Felix Auger Aliassime che accede ai dunque quarti di finale di Cincinnati, con il giustiziere di Rafa Nadal, Borna Coric. Due set ben giocati non sono bastati; sul 6 a 5 del secondo si procura addirittura due match point. Falliti, riesce a ridestare dal torpore il canadese che infila un parziale di diciannove punti a cinque. La maggior pesantezza di palla di Aliassime ha fatto il resto quando l’altoatesino ha mostrato le solite problematiche al servizio e qualche errore di troppo da fondo.

@Ansa – EPA/ANDRE PICHETTE

Restano in campo ancora molti big: il n.1 Medvedev che – predilige questa superficie, visto l’unico slam vinto lo scorso anno negli USA – e attende il primo degli americano Fritz; Tsitsipas che dovrà vedersela con il sempre verde a stelle e strisce Isner. Non ci sarà dunque una semifinale tra Sinner e Alcaraz, ma il “baby Hulck spagnolo è ancora in gara e attende il britannico Norrie.

Ettore Mastai

Redazione interna - Esteri, Economia, Arte, Sport

Giornalista professionista specializzato in politica estera ed economia. Si è laureato con lode nel 2007 con una tesi sulla rivoluzione Khomeinista. Negli anni dell'università ha coltivato la sua passione per la scrittura sportiva e per i temi del gambling. Per l'agenzia di stampa nazionale AGV News-Il Velino ha curato la sezione di Giochi e Scommesse e di Ippica e dintorni. Spesso si è occupato anche di politica nazionale in relazione ai suoi campi di azione giornalistica.

Back to top button