CinefanaticiCinemaPrimo pianoVideo e Social

I Cinefanatici – come prepararsi a San Valentino: quali sono i film romantici più cercati?

Sono centinaia le pagine su Wikipedia dedicate alle commedie romantiche: di seguito i titoli più cliccati dagli utenti

San Valentino è ormai alle porte. C’è chi sicuramente, in compagnia della propria metà, opterà per la classica cena a lume di candela. E chi, invece, rimarrà a casa indirizzando le proprie aspirazioni sullo streaming, abbandonandosi alla magia del romanticismo con un semplice click. Fortunatamente, l’offerta di piattaforme quali Netflix, Prime Video e Disney+ è ricca di contenuti, grazie a un catalogo costantemente aggiornato. E, magari, spulciando tra i diversi titoli a tema, qualcuno deciderà di ripiegare sui classici della rom-com, che hanno contribuito a ridefinire il genere, da sempre colonna portante della settima arte. In particolare, esistono dieci titoli che, stando al gradimento del pubblico, sono dei veri e propri must da non lasciarsi scappare o da continuare a rivedere. Scopriamoli insieme.

San Valentino, i dieci film più cercati su Wikipedia: la classifica

A fungere da indicatore, in tal senso, è la più famosa enciclopedia digitale di sempre: Wikipedia. Il portale vanta difatti uno spazio di 900 pagine dedicate alle commedie romantiche che, nel corso del 2021, hanno generato oltre 9.5 milioni di visualizzazioni, pari a una media di circa 26mila visite al giorno. Dando uno sguardo alla top 10, aggiornata allo scorso anno, la situazione appare tutt’altro che scontata, ma anzi riserva diverse sorprese. Al primo posto tra le rom-com più cercate dagli utenti spunta Il principe cerca moglie, il cult del 1988 diretto da John Landis con un intramontabile Eddie Murphy. Complice anche l’uscita del sequel (Il principe cerca figlio) a distanza di oltre trent’anni dal primo capitolo, la pellicola ha generato 190mila visualizzazioni totali, con una media di 600 al giorno. La cifra la incorona la rom-com più cercata dagli italiani e, dunque, un must per San Valentino.

Medaglia d’argento, con un distacco quasi minimo, per il nostrano Sul più bello, il quale ha dato luogo a una trilogia di successo. Il teen-dramedy ripercorre la combattuta storia d’amore tra la giovane Marta, affetta da una malattia ereditaria, e il bel Arturo. Sul gradino più basso del podio, invece, troviamo uno dei maestri indiscussi della settima arte: Woody Allen, con il suo Midnight in Paris. Tra i capolavori più apprezzati degli ultimi anni dell’autore newyorkese, il film totalizza 140mila visite in un anno, con una media di 385 giornaliere. Fuori dal podio, al quarto posto, uno dei capisaldi del genere comico-romantico: l’intramontabile Pretty Woman. Il cult del 1990 di Garry Marshall, che segue la storia del facoltoso Edward (Richard Gere) e della signora della notte Vivian (Julia Roberts), conquista “solo” 138mila visite in un anno.

Tanti auguri Julia Roberts: il sorriso di una diva che vale 50 anni

Le altre posizioni della classifica

Al quinto posto, con 129mila visite, troviamo il recente Emma, basato sul celebre romanzo di Jane Austen. Si tratta dell’ultimo adattamento cinematografico, distribuito nel 2020, che vanta nel ruolo principale l’acclamata Anya Taylor-Joy, candidata al Golden Globe per la sua performance. Il film è inoltre presente sul catalogo di Prime Video e, dunque, facilmente reperibile in occasione di San Valentino. Il sesto posto è invece occupato da un altro grande classico intramontabile che, nonostante gli oltre quarant’anni dall’uscita, continua ancora a farci sognare: Grease (1978). John Travolta e Olivia Newton-John sono Danny Zuko e Sandy Olsson in quello che è, a tutti gli effetti, uno dei musical più famosi di sempre (disponibile anch’esso su Prime Video). Il cult ha totalizzato 126mila visualizzazioni nel corso dell’ultimo anno.

Il settimo posto assiste a un altro grande classico del genere con nientedimeno che Marilyn Monroe, Tony Curtis e Jack Lemmon. Per la regia di Billy Wilder, stiamo parlando ovviamente di A qualcuno piace caldo (1959), che totalizza ben 116mila visite annuali. L’ottavo posto, invece, ci riporta nuovamente ai giorni nostri, mantenendo tuttavia una discreta dose di vintage: è il caso di Yesterday, di Danny Boyle e distribuito nel 2019, che vanta nella colonna sonora le storiche hit dei Beatles – un omaggio che si evince già dal titolo. La pellicola conquista 114mila visite annuali. Al nono posto troviamo, ancora una volta Woody Allen con il più recente Rifkin’s Festival, disponibile anch’esso su Prime Video. L’ultimo posto della top 10 vede, infine, un altro classico intramontabile che ha reso Audrey Hepburn un’icona: ovviamente Colazione da Tiffany, che racimola 107mila visite in un anno.

Colazione da Tiffany

LEGGI ANCHE: I Cinefanatici – cosa non ha funzionato in “Justice League” rispetto alla “Snyder Cut”

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button