Healthy & BeautyPrimo piano

Che cos’è la sindrome del Grinch e come si supera

Con l'arrivo del Natale gli italiani si dividono tra chi odia e chi ama il periodo delle feste

Vi siete mai chiesti se soffrite della sindrome del Grinch? L’arrivo del Natale può generare gioia e armonia, ma anche ansia, stress e malumori. Ma quali sono le cause? E quali i rimedi per contrastarla?

C’è chi lo ama alla follia e chi lo detesta con tutta l’intensità a disposizione. Il Natale può essere un momento bellissimo e tristissimo in egual misura e vissuto in modo intenso e diverso da ogni singola persona. C’è chi associa il Natale ad un brutto momento della sua vita o all’emotività che riporta a galla traumi, perdite e dolori mai assopiti (come la perdita di un caro) e chi invece sfrutta questa festività per dare maggiore valore ai sentimenti. Il Natale si trascorre con chi si vuole bene: che sia la famiglia di nascita o di adozione poco importa, ciò che conta è quello che si ha nel cuore. E anche il Grinch l’ha imparato, seppur dopo un lungo tentativo di sabotaggio.

sindrome del Grinch cos'è
Sindrome del Grinch. Crediti: Grinch via screenshot – VelvetMag

Ma si sente parlare sempre più spesso della sindrome del Grinch. In cosa consiste? Il nome dovrebbe già concedere qualche indizio. Con l’avvicinarsi delle festività e il giorno di Natale, qualcuno potrebbe apprezzare particolarmente lo spirito ribelle e vendicativo del Grinch. Nato da un’idea del Dr Seuss poi portato al cinema con le fattezze di Jim Carrey, il Grinch è un essere peloso verde neon che odia il Natale. E fin qui nulla di nuovo: ma cos’è la sindrome che prende il suo nome? E come combatterla?

Sindrome del Grinch: che cos’è e come superarla

Secondo una recente indagine effettuata da MioDottore, ad oggi il 56% della popolazione italiana soffre della sindrome del Grinch. Perché si è così intolleranti al Natale? Se c’è chi apprezza le festività e le vive con profonda gioia ed armonia, dall’altro lato della medaglia c’è anche chi accusa il periodo con ansia, stress e zero voglia di festeggiare. Non siamo tutti uguali, quindi è giusto che ognuno manifesti il proprio stato d’animo, ma pare che altri fattori influenzino questo malessere. Non è facile organizzare pranzi e cenoni durante le vacanze e c’è chi, oberato di lavoro e con una famiglia da mandare avanti, potrebbe trovare l’obbligo della tradizione fin troppo soffocante. Secondo la ricerca effettuata da MioDottore, il 49% degli intervistati preferisce affrontare le vacanze (inclusi pranzi e cene con parenti) come una missione da portare a termine: sedere a tavola e sperare che lo strazio finisca il prima possibile. C’è chi teme il confronto diretto con domande scomode come la classica domanda sul partner, sulla perdita di peso, sui figli che non arrivano, sugli esami mai dati e sul lavoro ancora latitante. Tutto questo genera stress e sconforto.

sindrome del Grinch cos'è
Sindrome del Grinch. Crediti: Grinch via screenshot – VelvetMag

A detta del report di MioDottore, questa sorta di socialità forzata è spesso causa di stress per gli intervistati ed è questo a spingerli verso quella percentuale di persone che soffre della sindrome del Grinch. Quali sono i sintomi? Rabbia, tristezza, isolamento sono i segnali più frequenti. In genere si avverte soprattutto in età adolescenziale/adulta. Ma come si può superare questa condizione? Prima di tutto circondandovi di persone che fanno bene al cuore. Poi potreste valutare l’idea di fare qualcosa che sia sinonimo di gioia. Tombola, pranzi infiniti e alberi di Natale causano stress? Nessun problema: eliminate tutto e piuttosto concentratevi su ciò che vi piace. Una passeggiata in compagnia, una gita fuori porta possono aiutare. E soprattutto imparate a dire di no, con cortesia ed educazione, agli inviti indesiderati.

Cristina Migliaccio

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.

Back to top button