Primo pianoTV

Il grande gioco, gli ultimi due episodi in onda stasera: anticipazioni sul finale

Grande attesa per la chiusura della serie sul "lato oscuro" del calciomercato: ecco cosa farà

L’attesa è quella snervante di una finale arrivata ai calci di rigore: Il grande gioco si prepara alla chiusura con gli ultimi due episodi. La serie, costituita da otto puntate andate in onda in quattro prime serate, chiuderà stasera: ecco le anticipazioni.

A circa un mese dal debutto, Il grande gioco si appresta alla messa in onda degli ultimi due episodi. Davanti alla porta a giocarsi tutto rimangono solo i grandi campioni e Corso Manni, procuratore sportivo fra i più bravi in circolazione, sta per battere il suo rigore decisivo, quello che ne decreterà la vittoria – e quindi la riabilitazione definitiva – o la sconfitta.

Francesco Montanari e Giancarlo Giannini in una foto di scena ne Il grande gioco (Sky Courtesy Press Office) - VelvetMag
Francesco Montanari e Giancarlo Giannini in una foto di scena ne Il grande gioco (© Federica Di Benedetto) – VelvetMag

In esclusiva su Sky e in streaming solo su NOW torna per il gran finale Il grande gioco, la serie Sky Original prodotta da Sky Studios e Èliseo entertainment sui segreti del calciomercato. Il settimo e ottavo episodio approderanno stasera venerdì 9 dicembre, in prima serata su Sky Atlantic (saranno disponibili anche on demand).

Il grande gioco, il cast della serie sul “lato oscuro” del calciomercato

Francesco Montanari (Il cacciatore, I Medici – Nel nome della famiglia) interpreta Corso Manni, procuratore caduto in disgrazia per un presunto legame con il mondo delle scommesse clandestine. Con lui Elena Radonicich (1992, La porta rossa, Fabrizio De André – Principe libero) nei panni di Elena De Gregorio, ex moglie di Manni e procuratrice a sua volta, e il vincitore del David di Donatello nonché candidato all’Oscar Giancarlo Giannini (Casino Royale, Il cuore altrove, Pasqualino Settebellezze), che nella serie interpreta Dino De Gregorio, il padre di Elena, fondatore e CEO dell’agenzia di calciatori più potente in Italia contro cui Corso medita vendetta.

Una foto di scena de Il grande gioco (Sky Courtesy Press Office) - VelvetMag
Una foto di scena de Il grande gioco (© Federica Di Benedetto) – VelvetMag

Nel cast anche Lorenzo Cervasio (Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto, Il Capitale Umano) nei panni di Federico De Gregorio, fratello minore di Elena, Jesus Mosquera Bernal (Toy Boy), che qui interpreta il campione Carlos Quintana, Lorenzo Aloi (Lasciarsi un giorno a Roma, Fedeltà, La compagnia del Cigno 2) nei panni di Marco Assari, giovane e talentuosissimo procuratore, Giovanni Crozza Signoris (Il Traditore, Zero), che presterà il suo volto alla giovane promessa del calcio Antonio Lagioia, e Vladimir Aleksic nei panni di Sasha Kirillov, procuratore russo senza scrupoli.

Sinossi dei prossimi episodi

Negli episodi settimo e ottavo, Kirillov riesce a portare Quintana al Milan ed Elena per vendetta fa circolare il video di Quintana e Valeria, causando l’allontanamento del giocatore dalla squadra. Corso coglie l’occasione per riportare, grazie ad Assari e Valeria, Quintana all’Atletico Madrid, e si procura con l’inganno le prove della responsabilità di Elena nella pubblicazione del video. Intanto Lagioia è insofferente verso la gestione della ISG sulla sua immagine. Allo stadio San Siro si gioca Atletico Madrid vs Milan: Lagioia e Quintana si fronteggiano con immensa sportività.

Lagioia ha un infortunio e si riavvicina ad Assari. Negli skybox Corso mette Elena con le spalle al muro e la costringe a dimettersi dalla ISG, mentre Dino offre a Kirillov i terreni in cambio del suo allontanamento. Dino è di nuovo CEO e prima di morire fa delle scelte inaspettate, ribaltando la situazione. Il grande gioco è creata da Tommaso Capolicchio, Giacomo Durzi, Filippo Kalomenidis, Marcello Olivieri. Da un’idea di Alessandro Roia, con la collaborazione di Riccardo Grandi. Regia di Fabio Resinaro & Nico Marzano.

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button