Primo pianoTV

“Non ci resta che il crimine” diventa una serie per Sky: dettagli e novità

Dopo la fortunata trilogia, la banda è pronta a tornare in un'inedita veste: ecco cosa aspettarsi

Va bene, accetto: farò la serie“, con un ironico teaser Massimiliano Bruno ha annunciato lo show basato su Non ci resta che il crimine. La serie sarà targata Sky e assisterà al ritorno del cast storico della nota trilogia di successo. Ecco cosa è trapelato

Prodotta da Sky Studios e da Federica e Paola Lucisano per Italian International Film, Non ci resta che il crimine – 1970 sarà il sequel in 6 episodi dell’amatissima saga sui viaggi nel tempo iniziata con Non Ci Resta Che Il Crimine e proseguita con Ritorno Al Crimine e C’era Una Volta Il Crimine. Le riprese sono in corso a Roma e si protrarranno fino a fine anno. La serie Sky Original sarà disponibile in esclusiva su Sky e in streaming solo su NOW nel 2023.

Massimiliano Bruno e Marco Giallini nel teaser trailer di Non ci resta che il crimine - 1970 (screenshot teaser) - VelvetMag
Massimiliano Bruno e Marco Giallini nel teaser trailer di Non ci resta che il crimine – 1970 (screenshot teaser) – VelvetMag

Dal set romano arriva la prima, ironica clip di backstage, con i protagonisti della trilogia cinematografica Marco Giallini (Perfetti sconosciuti, Tutta colpa di Freud, Rocco Schiavone), Gian Marco Tognazzi (A Casa Tutti Bene, Poveri ma ricchi, Speravo de morì prima), Giampaolo Morelli (7 ore per farti innamorare, L’ispettore Coliandro, la saga Smetto quando voglio) e Massimiliano Bruno – che torna dietro la macchina da presa stavolta affiancato da Alessio Maria Federici di nuovo sul set per le riprese della serie TV. A loro si aggiunge, fra gli altri, Maurizio Lastrico (Call My Agent – Italia, Io sono Mia, America Latina) in un ruolo del tutto nuovo.

Non ci resta che il crimine – 1970, cosa aspettarsi dalla serie: svelata la sinossi e il primo teaser trailer

Non ci resta che il crimine è scritta da Massimiliano Bruno, Andrea Bassi, Gianluca Bernardini, Herbert Simone Paragnani. Dopo il viaggio indietro nel tempo fino agli Anni ‘80, in cui a Roma prosperava la Banda della Magliana, e poi quello nell’Italia fascista degli Anni ‘40, la serie trasporterà la sua sgangherata banda di protagonisti negli Anni ’70, fra gli ambienti della sinistra giovanile e quelli della destra eversiva del golpe Borghese. Una nuova storia per la celebre banda che il pubblico ha imparato a conoscere (ed apprezzare). Di seguito, ecco svelata la sinossi ufficiale degli attesissimi sei episodi.

Giampaolo Morelli nel teaser trailer di Non ci resta che il crimine - 1970 (screenshot teaser) - VelvetMag
Giampaolo Morelli nel teaser trailer di Non ci resta che il crimine – 1970 (screenshot teaser) – VelvetMag

Moreno (Marco Giallini), Giuseppe (Gianmarco Tognazzi) e Claudio (Giampaolo Morelli) si trovano di nuovo riuniti, stavolta per un’avventura nel 1970. Dopo aver scoperto di essere stato adottato, Giuseppe decide di cercare la sua vera madre, incurante degli avvertimenti del loro amico e scienziato Gianfranco (Massimiliano Bruno): se si cambia il passato cambia anche il presente. Giuseppe riesce a incontrare la madre a un happening a casa di Duccio Casati (Maurizio Lastrico), un ricco borghese dalle idee progressiste che ha preso a cuore la causa dei ragazzi del movimento studentesco.

Ma l’emozione che travolge Giuseppe nel ritrovare Linda gli fa commettere un grave errore. Salvandola da un attentato, finisce per modificare il passato, e quindi anche il presente: ora l’Italia di oggi è diventata una dittatura fascista, e bisognerà tornare di nuovo indietro per rimettere le cose a posto… a costo di infiltrarsi tra le maglie del Golpe Borghese!

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button