NewsPrimo pianoSport

Davis, Semifinale amara per l’Italia sconfitta dal Canada

Berrettini, non al 100%, in extremis al posto Bolelli. Aliassime e compagni volano in finale contro l'Australia

L’Italia si ferma ancora una volta ad un passo dalla finale di Coppa Davis. A Malaga sarà il Canada di Felix Auger-Aliassime a provare a vincere il secondo titolo della sua storia contro un colosso di questo torneo a squadre per Nazioni: l’Australia. Una finale stregata per gli Azzurri che manca da ben 24 anni e nonostante i miracoli compiuti in quest’edizione ci sfugge per un punto. Finisce 2 a 1 per i nordamericani.

Il doppio a sorpresa vede tornare in campo il n.1 azzurro Matteo Berrettini, al palo fino ad oggi per un infortunio al piede, al posto di Simone Bolelli. Il doppista titolare è stato fermato da un problema muscolare durante l’impresa contro gli Stati Uniti. Il punto fermo del capitano non giocatore Filippo Volandri per questo match è Fabio Fognini.

Semifinale di Davis: Italia - Canada
@Ansa – EPA/JORGE ZAPATA

Il doppio tra Canada e Italia decide la semifinale di Davis

Il ligure gioca un gran primo set, che frutta il break iniziale degli italiani, ma il parziale finisce al Canada, che riprende lo svantaggio iniziale impattando sul 3 pari. Poi si va on serve fino al tie break che finisce 7 a 3 per i nordamericani. Anche il Canada ha cambiato in corsa l’attesa coppia di doppio: preferendo l’uomo squadra Auger-Aliassime, nonostante avesse appena terminato il suo singolare, ad uno stanchissimo Shapovalov. Il secondo set è praticamente identico: l’Italia parte forte complici alcuni colpi ritrovati dal romano, che fruttano il break. Ma si spegne Fognini che fa due doppi falli che restituiscono immediatamente il contro break al Canada. Sale in cattedra Felix, il n.6 del mondo, il giocatore con il ranking migliore lo fa pesare e in 2 ore e un minuto chiude la pratica.

Il grande match di Sonego contro Shapovalov. Aliassime strapazza Musetti

A sorpresa per il ranking sono gli Azzurri a portare a casa il primo punto di giornata contro il Canada. E’ Lorenzo Sonego a superare Denis Shapovalov in tre set con il punteggio di 7-6, 6-7, 6-4. Un lungo e logorante match che ha costretto il canadese a dare forfait nell’ultimo match di doppio della semifinale. A seguire il secondo singolare di questa semifinale di Davis tra Lorenzo Musetti (n.23 ATP) e Felix Auger-Aliassime (n.6 ATP). Il peso della differenza di ranking si fa sentire e l’italiano si arrende in due set con il punteggio di 6-3, 6-4. Situazione di perfetta parità che ha rimesso tutto nelle mani del terzo e decisivo match tra le due nazionali.

Semifinale Coppa Davis: Lorenzo Sonego, Filippo Volandri e Lorenzo Musetti
@Ansa – EPA/JULIO MUNOZ

Australia vs Canada: che finale di Davis 2022 sarà?

Resta l’amaro in bocca perché l’Italia ci ha provato fino in fondo: soprattutto per i tantissimi infortuni che hanno privato nelle final 8 di Malaga la nostra Nazionale del n.1 azzurro per ranking Jannik Sinner e del n.2 Matteo Berrettini. Arrivato solo lunedì si pensava per spirito di spogliatoio e che ha risposto presente chiamato da capitan Volandri a giocare il doppio. Il gruppo resta e spera per il prossimo anno. Invece domani la finale sarà Canada vs Australia. Con i nordamericani favoriti in primis dal classifica dei giocatori e non meno dalle condizioni strepitose di Aliassime, cercano come detto il bis.

Gli Australiani capitanati da Hewitt sono passati un po’ a sorpresa nella tarda serata di ieri per l’atto conclusivo che assegnerà l’insalatiera. Hanno battuto contro pronostico 2-1 la Croazia nell’altra semifinale, con il punto decisivo arrivato dallo sfavorito doppio Aussie formato da Max Purcell e Jordan Thompson che hanno avuto ragione dei quotatissimi croati Nikola Mektic e Mate Pavic con il punteggio di 6-7 (3-7), 7-5, 6-4. In precedenza il croato Borna Coric aveva battuto l’australiano Thanasi Kokkinakis per 6-4 6-3, poi Alex de Minaur aveva riportato la situazione in parità battendo Marin Cilic per 6-2, 6-2. Gli australiani non vincono dal 2003 – si giocava sull’erba all’ora – e in caso di vittoria si aggiudicherebbero il trentesimo titolo.

Ettore Mastai

Redazione interna - Esteri, Economia, Arte, Sport

Giornalista professionista specializzato in politica estera ed economia. Si è laureato con lode nel 2007 con una tesi sulla rivoluzione Khomeinista. Negli anni dell'università ha coltivato la sua passione per la scrittura sportiva e per i temi del gambling. Per l'agenzia di stampa nazionale AGV News-Il Velino ha curato la sezione di Giochi e Scommesse e di Ippica e dintorni. Spesso si è occupato anche di politica nazionale in relazione ai suoi campi di azione giornalistica.

Back to top button