Healthy & BeautyPrimo piano

Perché si parla sempre più del Gray Blending

Amatissimo da Sharon Stone e da altre celebrità sul red carpet, questa tecnica rende il capello ancora più luminoso

Perché il Gray Blending piace così tanto? Ma, soprattutto, che cos’è? Qual è il suo segreto e perché piace anche alle celebrità?

Lanciata come tendenza social e ben presto assimilata anche dalle celebrità sul red carpet, il Gray Blending torna a far parlare di sé. Si tratta di una tendenza beauty che riguarda principalmente l’hair look e rivaluta il fascino del capello grigio. Attraverso la tecnica del Gray Blending, si gioca su diverse sfumature del colore proponendo un look più naturale e che al tempo spesso camuffa l’effetto bianco.

Gray Blending
Crediti: Ansa

Quello che un tempo è stato considerato una sorta di tabù adesso invece diventa criterio di bellezza. I capelli grigi dettano tendenza grazie al Gray Blending, apprezzato dalle celebrità sul tappeto rosso come Sharon Stone e diventato virale grazie al supporto di Instagram. Non a caso, è diventata una delle tendenze hair look per l’Autunno 2022. Ma in cosa consiste? Come si realizza? E quali sono i segreti da conoscere?

Che cos’è il Gray Blending, la tendenza dell’Autunno 2022

Perché piace così tanto questa tecnica? Partiamo dal presupposto che nell’era del body positive c’è posto anche per l’accettazione del capello grigio. E, con il Gray Blending, non solo diventa più facile, ma anche più trendy sfoggiare una chioma argentata. L’effetto restituito da questa tecnica è estremamente naturale, quindi poco artefatto, e facilita anche la transizione totale verso il monocolore grigio o bianco, una scelta che presto o tardi arriva soprattutto per chi non ne può più di ricorrere continuamente alla tinte. In lingua inglese il termine Gray Blending significa letteralmente” miscela di grigio“, proprio perché tramite questa tecnica è possibile mescolare varie sfumature dello stesso colore ottenendo un risultato armonioso.

Gray Blending
Crediti: Ansa

In genere si propone come mix tra colpi di sole e balayage che quindi avvolge la maggior parte delle ciocche in lunghezza lasciando le radici del colore naturale. Utilizzando il Gray Blending si otterrà una chioma non solo più naturale, ma anche più luminosa. Un’acconciatura che sta bene a tutti, anche in base alla sfumatura di grigio da mixare in base alla propria carnagione, per restituire un effetto luminoso. La chicca di questa tecnica per capelli è giocare di chiaroscuri creando un armonioso contrasto.

Gray Blending
Crediti: Ansa

Un’altra domanda classica, quando si parla di Gray Blending, è la tipologia del taglio. È vero che il capello grigio sta bene soltanto su un taglio corto? Assolutamente no. La lunghezza è relativa per qualsiasi tipologia di colore, incluso il grigio. E due esempi arrivano da Sharon Stone, con il suo pixie cut total argentato al Festival di Cannes, e da Andie MacDowell, che non ha rinunciato ai suoi ricci al naturale.

Cristina Migliaccio

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.

Back to top button