Arte e CulturaPrimo piano

“Incanto di Luci” la mostra sensoriale di light art per la prima volta a Roma all’Orto Botanico

Arriva nella Capitale, in contemporanea con altre 18 città europee, l'evento artistico nato dal format di successo "Christmas Garden"

Roma si prepara ad accogliere la mostra Incanto di Luci uno spettacolo presso l’Orto Botanico che, per la prima volta, tocca anche la Capitale. In contemporanea con altre 18 città del mondo, la prima edizione italiana della mostra sensoriale di light art nata dal format di successo Christmas Garden, organizzata da Deag Deutsche Entertainment AG, IMG e Be.it Events.

La Capitale si illumina con Incanto di Luci, la prima edizione italiana della mostra sensoriale di light art. Un viaggio inedito di un chilometro e mezzo attraverso l’Orto Botanico di Roma. Un’esperienza unica tra Terra, Cielo, musica, Natura e luci.

mostra Incanto Luci Roma
@Credits Bortolan&Carnevali

In contemporanea con altre 18 città del mondo, tra cui Parigi, Barcellona, Berlino, Francoforte, Dresda e Windsor, dal 19 novembre 2022 fino all’8 gennaio 2023, Roma si illuminerà grazie alle splendide installazioni luminose.

Un evento inedito a Roma

Come suggerisce la nota che descrive l’evento, Christian Diekmann, COO e CDO di DEAG Deutsche Entertainment AG, che ha lanciato Christmas Garden a Berlino, nel 2016, ha dichiarato: “Dopo che l’anno scorso 1,9 milioni di persone hanno visitato i nostri Giardini di Natale in tutta Europa, siamo incredibilmente entusiasti di continuare a crescere a livello internazionale e di accogliere Roma come un’altra affascinante città nella nostra famiglia di Giardini di Natale“. Anche Stephen Flint Wood, Executive Vice President of Arts and Entertainment Events di IMG, ha confessato di essere entusiasta nel portare Incanto di Luci anche nella Città Eterna. Silvia e Mauro Dorigo di Be.It Events hanno tenuto a ribadire come questo evento presso l’Orto Botanico sia l’occasione per creare un “microcosmo incantato” proprio in prossimità delle feste natalizie.

Incanto Luci raggi luminosi
@Credits Bortolan&Carnevali

Come rivelano i partner italiani: “L’obiettivo è quello di suscitare meraviglia nei bambini, che sanno rimanere incantati, ma anche negli adulti che hanno sempre più voglia di vivere emozioni forti e, forse, quasi dimenticate“. Continua Silvia Dorigo: “Questo appuntamento è anche un’iniezione di speranza per un mondo migliore, che torni ad essere un luogo di pace e serenità. Dato che le luci della manifestazione si accenderanno all’unisono in sei diversi Paesi, dalla Germania alla Francia, dal Regno Unito alla Spagna, con le new entry del 2022: l’Italia con Roma e la Polonia con Chorzów“.

Il mondo ‘magico’ di Incanto di Luci

Le opere artistiche sono del light designer Andreas Boehlke, che saranno accompagnate dalle melodie del compositore e sound designer Burkhard Fincke, per creare un’atmosfera unica immersi nella natura. Importante tenere presente che le installazioni sono state progettate per avere un impatto ambientale limitato, grazie all’utilizzo di lampadine a LED e all’estrema attenzione alla tutela del verde e della fauna selvatica. Incanto di Luci, come tiene a precisare la nota, è nata nel pieno rispetto della transizione ecologica in atto in Italia.

slitta luci Babbo Natale
@Credits Bortalan&Carnevali

Ma ogni misura è atta a garantire l’ingresso in un mondo fantasioso tra le palme splendenti del Viale dei Rami Scintillanti, attraverso la Cattedrale di Luce, per incontrare le Fate degli Alberi e poi salire con lo sguardo sulla Scala fino alla Luna. Per i visitatori anche la possibilità di godersi una pausa ristoro con le specialità gourmet dell’area Luci e Delizie. E per essere proiettati nello spirito natalizio, conclude questo viaggio tra le luci lo sfavillante Rondò di Natale. Quest’ultimo immerso tra gli alberi decorati e l’immancabile slitta di Babbo Natale. “Sarà un’avventura da non perdere per lasciarsi trasportare in un mondo magico, che irradia la bellezza della natura nello spazio e proietta lo sguardo verso l’infinito“.

Francesca Perrone

  • Cultura, Ambiente & Pets

    Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
    Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.

Back to top button