CinemaPrimo piano

Maria Callas, cosa aspettarsi dal biopic con Angelina Jolie

Annunciato di recente, il film sarà diretto da Pablo Larraín, che ha già portato sul grande schermo Jackie Kennedy e Lady Diana

Dopo un periodo burrascoso, Angelina Jolie tornerà davanti alla macchina da presa e rivestirà i panni di Maria Callas. A dirigerla sarà Pablo Larraín, che proseguirà il percorso intrapreso con le dive del passato, dapprima con Jackie Kennedy e lo scorso anno con Lady Diana, in Spencer. Ecco cosa aspettarsi.

Gli ultimi anni sono stati particolarmente tormentati per Angelina Jolie, che tuttavia non ha mai smesso di portare avanti la sua arte. Nonostante il combattuto divorzio da Brad Pitt, infatti, l’interprete è entrata a far parte del MCU nei panni di Thena in Eternals di Chloé Zhao. Negli scorsi mesi, inoltre, ha iniziato le riprese in qualità di regista di Senza sangue, basato sull’omonimo romanzo di Alessandro Baricco. Ora, l’attrice Premio Oscar è pronta a tornare davanti la macchina da presa, nei panni dell’eterna diva del canto lirico: Maria Callas. L’attrice californiana sarà diretta da Pablo Larraín, il quale ha scelto di collaborare nuovamente con Steven Knight, insieme a cui ha firmato la sceneggiatura di Spencer.

Maria Callas e Angelina Jolie
ANSA

Dopo Lady Diana e Jackie Kennedy, Pablo Larraín racconta la storia di Maria Callas

Il percorso artistico di Pablo Larraín, alla ricerca del lato nascosto e più intimo delle grandi dive novecentesche, si arricchisce di un’altra figura: quella di Maria Callas. Quella ricerca introspettiva e, per certi versi onirica e fiabesca – soprattutto per quanto riguarda la Lady D di Kristen Stewart in Spencer – diventata la sua cifra stilistica, investirà anche la stella mondiale dell’opera di origine greca, interpretata da Angelina Jolie. Icone di stile, fascino ed eleganza, ciascuna delle tre dive scelte da Larraín è andata incontro a un destino drammatico, segnato da diversi eventi luttuosi: donne in cerca dell’amore, senza essere mai riuscite realmente a conquistarlo. Una sensazione che, tutto sommato, anche l’attrice californiana, con tre matrimoni alle spalle, ha conosciuto bene.

Maria Callas e Angelina Jolie
ANSA

Ho avuto la possibilità – ha spiegato lo stesso Pablo Larraín – di coniugare due delle mie più grandi passioni, il cinema e l’opera. Lo sognavo da tantissimo tempo e poterlo realizzare con Angelina, un’artista estremamente coraggiosa e curiosa, è davvero affascinante, un vero regalo.” Dal canto suo, l’interprete designata a rivestire i panni di Maria Callas in Maria si è detta entusiasta di lavorare con il regista e lo sceneggiatore Steven Knight, pur precisando di prendere “molto seriamente questa responsabilità nei confronti della vita e dell’eredità artistica di Maria“.

Maria Callas e Angelina Jolie
ANSA

Coerentemente con i ritratti precedentemente realizzati da Pablo Larraín, il lungometraggio incentrato su Maria Callas non sarà un vero e proprio biopic. La pellicola, infatti, si concentrerà su un episodio in particolare che ha segnato la vita della diva dell’opera lirica, ovvero gli ultimi giorni a Parigi sul finire degli Anni Settanta, che precedettero la morte avvenuta il 16 settembre 1977.

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button