LibriPrimo piano

House of the Dragon: le differenze tra romanzo e serie TV

La trama mostrata e approfondita dalla serie televisiva è tratta dal romanzo "Fuoco e Sangue" di George R.R. Martin

La prima stagione di House of the Dragon è terminata battendo un altro importante record in termini di ascolti. Ma quali sono le differenze tra serie TV e romanzo di George R.R. Martin?

Partita e finita bene, la prima stagione di House of the Dragon ha portato gloria e onore ad HBO. Eppure la storia, esattamente come accaduto (fino ad un certo punto) per Game of Thrones, è tratta da un romanzo, intitolato Fuoco e Sangue e scritto da George R.R. Martin. La prima puntata ha conquistato dieci milioni di telespettatori, mentre il finale di stagione ne ha collezionati altri nove. Un traguardo importante per il network, anche se la serie TV è stata già rinnovata con netto anticipo per una seconda stagione.

House of the Dragon
House of the Dragon

Ma quali sono le differenze tra romanzo e serie televisiva? Perché un dato è certo: le differenze ci sono e chi ha letto dapprima il romanzo potrebbe essersene reso conto nel corso delle puntate. Scopriamo quali sono.

House of the Dragon, come cambia la storia tra romanzo e serie TV

Chiunque è consapevole che una storia, se tratta da un romanzo e portata su grande e piccolo schermo, per forza di cose dovrà adattarsi alle esigenze. E anche House of the Dragon ha subito dei cambiamenti, alcuni più significativi di altri. Gli showrunner Ryan Condal e Miguel Sapochnik hanno dovuto snellire tutta la parte “storica” di Fuoco e Sangue tramutandola in dialoghi tra personaggi; altri passaggi invece sono stati soltanto accennati per non appesantire la narrazione. Il pubblico ha ormai capito che House of the Dragon serve per raccontare cos’è successo alla famiglia Targaryen, perché si parla di guerra civile e come mai risponde al nome de La danza dei draghi.

House of the Dragon
House of the Dragon

Uno dei primi forti cambiamenti riguarda il personaggio di Viserys Targaryen. Nel romanzo è inteso come una sorta di riempitivo, un personaggio vuoto che non ha forte impatto sulla trama. Nella serie, invece, è interpretato da Paddy Considine che gli ha donato forte spessore e l’ha reso molto più umano. Un uomo imperfetto, certo, che ha commesso diversi errori eppure è passato alla storia come il re pacifico, che non ha mai voluto sporcarsi le mani. Anche George R.R. Martin si è complimentato con l’attore per aver dato al suo personaggio una complessità che non era presente su carta.

Viserys Targaryen
Viserys Targaryen

Un altro passaggio approfondito nella serie TV a dispetto del libro riguarda il triangolo amoroso Daemon-Rhaenyra-Criston. Nel romanzo Fire and Blood il momento in cui Daemon seduce la nipote è soltanto accennato, invece in House of the Dragon è mostrato chiaramente.

House of the Dragon
House of the Dragon

Altra differenza riguarda il colore della pelle della famiglia Velaryon. Nella serie TV sono stati scelti attori neri e ciò ha permesso di rimarcare ancor di più le accuse nei confronti di Rhaenyra e del fatto che avesse avuto i suoi primi tre figli con un uomo che non fosse suo marito, Laenor Velaryon.

Da Larys Strong all’assenza di Daeron Targaryen

Un personaggio apparso sporadicamente in Fire and Blood è Larys Strong, che invece in House of the Dragon dimostra tutta la sua subdola lealtà nei confronti di Alicent. Un personaggio che agisce nell’ombra e che non ha paura di dimostrare la sua vera natura agli occhi della regina. Interpretato da Matthew Needham, dimostra sin da subito di essere un perfetto predecessore di Varys e Ditocorto in Game of Thrones.

House of the Dragon
Larys Strong

Un dettaglio notato prontamente dai fan riguarda Daeron Targaryen, il quarto figlio che Alicent ha da Viserys. O quantomeno è questo che avviene nel romanzo. La regina partorisce Aegon, Helaena, Aemond e infine Daeron. Tuttavia nella serie TV non appare. Perché? A rispondere è stato anche George R.R. Martin: secondo lo scrittore, Daeron esiste, ma è stato allevato dagli Hightower a Vecchia Città e non è previsto nella trama della prima stagione. Un altro aspetto umano non sfruttato nella serie TV riguarda l’amicizia tra Rhaenyra e Laena Velaryon, descritta da Martin nel suo romanzo.

targaryen
House of the Dragon

Ultima differenza, ma piuttosto interessante per capire al meglio il suo personaggio, riguarda Alicent. Nel romanzo, questa donna è descritta come priva di scrupoli, che farebbe di tutto pur di piazzare suo figlio al trono. In House of the Dragon, invece, poco prima di morire Viserys parla di Aegon il Conquistatore, ma Alicent fraintende e crede che intenda loro figlio. E questo la spinge ad usurpare il trono di Rhaenyra, incoronando suo figlio Re dei Sette Regni.

Cristina Migliaccio

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.

Back to top button