LibriPrimo piano

The Rise of the Dragon, il nuovo libro di George R.R. Martin scatena la polemica

Lo scrittore fantasy tornerà in libreria con un volume illustrato che approfondisce i personaggi Targaryen, ma il progetto non è piaciuto molto ai fan

George R.R. Martin presenta un nuovo libro ambientato a Westeros: si intitola The Rise of the Dragon ed è un volume illustrato. Tuttavia, prima ancora dell’uscita, è stato accolto negativamente dai fan per via dei co-autori coinvolti.

Anche se House of the Dragon è diventato un successo televisivo, il nuovo romanzo dedicato ai Targaryen e scritto da George R.R. Martin fa già discutere ancor prima dell’uscita. I motivi sono diversi, ma quello più rilevante preme su accuse di razzismo nei confronti dei co-autori del romanzo. Si intitola The Rise of the Dragon ed è un volume illustrato che continua ad analizzare con occhio ravvicinato la dinastia dei Targaryen amatissima in Game of Thrones grazie a Daenerys e rispolverata anche nelle nuove avventure televisive di House of the Dragon.

The Rise of the Dragon
Crediti: Ansa

Quale sarebbe il problema? Oltre al fatto che George R.R. Martin avrebbe concluso un altro libro che non è The Winds of the Winter, lasciando ancora in stand-by quanto accaduto a Westeros, pare che il nuovo volume sia già stato boicottato dai fan a causa dei co-autori scelti da Martin.

George R.R. Martin, il nuovo libro sui Targaryane infiamma la polemica: perché

Il titolo integrale è The Rise of the Dragon: An Illustrated History of the Targaryen Dynasty, Volume One e ciò lascia intendere che il volume potrebbe avere uno o più sequel. Questo, però, dipende dall’accoglienza dei fan, considerando che ancor prima di arrivare in libreria ha scatenato la polemica. Cos’è successo? Pare che ai fan non piaccia particolarmente il coinvolgimento di Linda Antonsson ed Elio M. García Jr, presentati come co-autori di questo volume sui Targaryen.

The Rise of the Dragon
The Rise of the Dragon

Si tratta di una coppia sposata che aveva creato non molto tempo fa, precisamente nel 1999, un forum dedicato a Game of Thrones. Il forum, Westeros.org, è nato come pegno d’amore nei confronti delle Cronache del ghiaccio e del fuoco. Tuttavia i due sono stati spesso criticati dai fan di Martin e additati come razzisti. Quando poi lo scrittore fantasy ha pubblicizzato l’uscita di The Rise of the Dragon sui propri account social, ha dovuto fare i conti con commenti e critiche. I commenti grossomodo erano tutti simili: “Non comprerò nulla con Linda ed Elio coinvolti”. C’è da dire che questo non è il primo esperimento insieme.

The Rise of the Dragon
The Rise of the Dragon

La coppia aveva già lavorato con George R.R. Martin: dopo aver lanciato il forum dedicato a Game of Thrones, lo scrittore li aveva coinvolti come verificatori di fatti per il romanzo A Feast for Crows. Tempo dopo, nel 2014, sono diventati co-autori di The World of Ice & Fire. Ma perché l’accusa di razzismo? Dieci anni fa, Linda Antonsson aveva spiegato sui social perché non era d’accordo con il casting di attori di colore in Game of Thrones. Anche per House of the Dragon, ha detto la sua sul casting di Corlys. “Non ci sono Valyriani neri e non dovrebbero essercene nello show”. Difendendosi ai microfoni di Variety, ha puntualizzato: “Mi infastidisce essere etichettata come razzista, quando la mia attenzione è stata esclusivamente sulla costruzione del mondo”. Negli Stati Uniti il volume illustrato debutterà il 25 ottobre 2022.

Cristina Migliaccio

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.

Back to top button